lunedì 22 aprile 2013

Biscotti della fortuna

Fortune cookies... chi non li ha mai mangiati a fine pasto nei ristoranti cinesi? mio padre!  -_-
più gli spiegavo cosa fossero.. più la sua faccia era incredula... però quando li ha visti gli sono piaciuti...
In occidente si è soliti associarli alla cultura cinese, ma pare che in Cina non siano per niente un "fine pasto" tradizionale.... In ogni caso sono buoni, croccanti e permettono di sbizzarrirsi nella scelta degli bigliettini da chiudere al loro interno.
Io li ho preparati per una cena tra amici, li ho divisi in due contenitori da cui pescarne due a testa e all'interno ho messo bigliettini con le ruote della lotteria e altri bigliettini con tre numeri ciascuno... così chi voleva poteva tentare la fortuna giocandoli al lotto! (in fondo al post le foto dei biglietti)

Ho fatto un primo tentativo finito nella spazzatura... poi mi sono affidata alla ricetta di Angie (con qualche modifica data dai miei precedenti fallimenti) e sono venuti benissimo... L'unica pecca, ma ho visto che quelli home made su google sono più o meno tutti così, è che rimangono abbastanza chiari e io li vorrei più scuri! uff! riproverò!





Ingredienti
(per circa 25 biscotti)

2 albumi
30 gr di burro
50 gr di farina 00 Molino Chiavazza
55 gr di zucchero a velo S.Martino
3 cucchiai di olio di semi di arachide
1/2 cucchiaio di aroma di vaniglia

1/2 cucchiaino di aroma di mandorla






- prima di preparare i biscotti della fortuna dovete scegliere i bigliettini da mettere all'interno... una volta scritti  li ho semplicemente stampati e ritagliati.

Accendere il forno a 170° ventilato
(in tutte le ricette c'è scritto di metterlo a 150° ma a me proprio non cuocevano)

-  in un pentolino fondere il burro e lasciarlo raffreddare.

- in una ciotola setacciare lo zucchero a velo con la farina.

- in un altro recipiente mettere gli albumi insieme agli aromi e montare a neve.

- incorporare gradatamente la farina setacciata con lo zucchero a velo e il burro fuso ormai freddo e continuare a mescolare con lo sbattitore elettrico... fino ad ottenere una pastella liscia ed omogenea, ma non troppo liquida (regolare la consistenza con l'olio di semi... infatti a me rispetto ad Angie ne è servito di più)

- spalmare  l'impasto (circa un cucchiaio) sulla carta da forno, formando un disco di circa 8 cm di diametro facendone due alla volta... perché andranno piegati appena tirati fuori dal forno ed è difficile impossibile gestirne molti insieme.

- cuocere per 10 minuti (stesso discorso della temperatura.. ovunque ho trovato di cuocerli per 5-6 minuti, ma tutto dipende dal forno) fino a che i bordi iniziano a prendere colore.

- togliere la teglia dal forno e velocemente... velocemente!!! ... con l'aiuto di una spatolina staccare la cialda.. mettere un bigliettino al centro... piegare in due (ottenendo un semicerchio)... e poi sul bordo del bicchiere piegarli ulteriormente dandogli la forma caratteristica.
Di corsa a fare il secondo che sta già indurendo nella teglia....
Io via via li mettevo a raffreddare dentro una tazzina da caffè in modo da fargli tenere la forma.

- continuare con taaaanta pazienza e amore con il resto della pastella!  O_o


----------  -----------  -----------  -------------  --------------  -------------  ------------


I miei consigli sono:

1. posizionarsi tutto (bigliettini.. bicchiere... tazzine.. spatolina...) sul tavolo
2. usare due teglie.. almeno mentre una è in forno potete spalmare la pastella sull'altra
3. non demoralizzatevi se i primi sono crudi... se si rompono.. se non sono per niente tondi...
4. per farli venire bene è fondamentale capire quando è il momento giusto di tirarli fuori dal forno (infatti io ho dovuto alzare la temperatura e prolungare la cottura) e l'unico modo è provare... quindi se è la prima volta fate un pochino più di pastella rispetto a quella che vi serve


-----------  ------------  ------------  ------------  ------------   ------------  -----------


.... detto questo..... sembra una faticaccia e personalmente la è stata, ma era la prima volta e bisogna prenderci la mano... è sicuramente più difficile a dirsi che a farsi!

In ogni caso la faccia degli amici nel vedere che li avevo fatti io ha ripagato tutta la fatica!!!  ^_^




Ecco le foto dei bigliettini che ho messo all'interno :





mercoledì 17 aprile 2013

Dolcetti alle mandorle (2)

E' passato circa un anno e mezzo dall'ultima volta che li ho fatti, ma ieri la mamma è tornata a casa supplichevole con la farina di mandorle... potevo dirle di no?  ^_^

La ricetta è la stessa di questi .. tale e quale... solamente li ho guarniti con le mandorle a lamelle.



Ingredienti (30 pz):
200 gr farina mandorle
200 gr zucchero semolato
2 albumi
miele (opzionale)

Per decorare:
pinoli
mandorle
frutta candita a piacere




- Amalgamare bene la farina di mandorle con lo zucchero e aggiungere gli albumi e il miele (se si vuole)

- Mescolare con una forchetta (che girando raccoglie meno impasto di un cucchiaio) fino ad ottenere un composto omogeneo, ma un po' appiccicoso

- Mettere in una sac-à-poche l'impasto (con una bocchetta grande) e distribuirlo a ciuffetti in una teglia ricoperta di carta da forno (è normale faticare nello spremere la sacca perché il composto deve essere morbido, ma compatto altrimenti in forno si sformerebbe)

- Decorare a piacere! Se non vi piacciono le mandorle a lamelle potete mettere un pezzetto di frutta candita (ciliegie, arancia, cedro, ..),  una mandorla al centro o tanti pinoli....

- Cuocere nel forno caldo ventilato a 180° per 8-10 minuti.. sfornare quando risultano dorati in superficie!

- Lasciarli riposare bene perché l'impasto deve avere il tempo di asciugare (appena tolti dal forno risulteranno molli ma non significa che sono ancora crudi)




lunedì 15 aprile 2013

Approvazione F.I.P.

Oltre alle prime giornate degne di essere chiamate primaverili, qualche giorno fa è arrivata un'altra bellissima sorpresa... ed è arrivata via mail...
... l'avrete visto in tanti blog amici, proprio come è successo a me... e oggi vi tocca leggere anche il mio di post a riguardo... perché il mio foodblog è stato approvato dalla FIP (Federazione Italiana Pasticceria Gelateria Cioccolateria)!!!




Devo dire che non ci speravo troppo.. tanto che non volevo neanche mandare la mia candidatura via mail, ma in preda al coraggio ho cliccato "invio" e poi ho incrociato le dita... sono felice che l'amore che metto nel fare i dolci e nel curare questo mio spazio virtuale sia stato notato e ripagato.





Sono venuta a conoscenza di questa loro iniziativa leggendo, in un blog amico, il post dedicato alla FIP e subito mi sono andata a documentare :  www.federazionepasticceri.it/food-blogger-approvati-fip/

Credo che la realtà dei foodblogger sia in netta espansione... per tanti motivi... per svago essendo un vero e proprio rifugio, per passione, per amore verso il cibo e verso le persone per le quali si cucina, per la curiosità di conoscere ed entrare a far parte di questo "mondo virtuale" di cui tanto si parla e che molti ancora non conoscono.. io stessa grazie al mio blog ho conosciuto persone splendide, scoperto nuovi prodotti, collaborato con aziende... tutte cose che non mi sarei aspettata e che mi hanno stupito piacevolmente.

La FIP crede nei foodblogger... tanto da dedicargli all'interno del proprio sito una sezione dedicata a tutti i blog da loro approvati... qui potete leggere tutti i nomi con i link diretti!
Sono rimasti colpiti da tutto quello che c'è dietro ad un blog... quanto siano diversi l'uno dall'altro, quanto siano diverse le persone che scrivono, quanta cura ed attenzione viene dedicata alla propria cucina virtuale, quanto impegno richieda mantenere una certa costanza nello scrivere i post, quanta attenzione per i particolari c'è in alcuni scatti (degni di un professionista), quanta soddisfazione si ha quando si riceve un premio da altre blogger..... ecc ecc....
...... così ci hanno voluti premiare! oltre alla sezione dedicata nel sito importante per la visibilità del blog, hanno ottime intenzioni... ci aspettano novità ed eventi...  non vedo l'ora!!!!



Grazie di cuore.......




martedì 9 aprile 2013

Muffin al riso e mandorle

Ricetta presa da un libretto sui muffin (anche se dentro c'è tanta altra roba e non ho capito perché) che ho comprato nei super saldi di qualche bancarella...
Ormai ho imparato che in queste mini raccolte di ricette ci sono taaanti errori e dimenticanze, ma se si notano preventivamente si possono ottenere ottimi risultati, perché ci danno molti spunti sugli abbinamenti degli ingredienti.

Non sono dolcissimi questi pirottini di cartoncino? li ho presi alla Maison du Monde e anche se non costavano pochissimo (2,30 euro per 12 pz) non potevo lasciarli lì.... capitemi....

Ingredienti (per 6 muffin)

150 gr di farina 00 Molino Chiavazza
1 cucchiaio di lievito per dolci S.Martino
1/2 cucchiaino di bicarbonato
1/2 cucchiaino di sale

80 gr di zucchero semolato
110 ml di latte fresco intero
2 cucchiai di olio di semi
4 cucchiai di miele
1 uovo
q.b. aroma di mandorle

55 gr di riso tipo Arborio lessato

q.b.  amaretti sbriciolati e mandorle a lamelle



- Lessare il riso e tenere da parte (ovviamente NON salare l'acqua di cottura).

- In una ciotola setacciare la farina, il lievito, il bicarbonato e il sale.

- In un'altra ciotola sbattere, con l'aiuto delle fruste elettriche, le uova, lo zucchero, il miele, il latte, l'olio e l'aroma di mandorla... fino ad ottenere un composto omogeneo, chiaro e spumoso.

- Incorporare il riso lessato.

- Versare il composto nella ciotola della farina (setacciata con gli altri ingredienti secchi) e mescolare delicatamente senza lavorare troppo il composto.... deve rimanere grumoso.

- Versare l'impasto nei pirottini e cospargere la superficie di ciascun  muffin con degli amaretti sbriciolati (tranquillamente omettibili) e con qualche lamella di mandorla.



- Cuocere nel forno caldo ventilato a 190-200° per 15-20 minuti... devono essere soffici e dorati.. come sempre controllare la cottura con lo stecchino!


------------- ------------ ----------- ------------ ------------


Se vi può interessare il libricino consiglia di servire questi muffin ancora tiepidi con una crema all'amaretto di accompagnamento (che io non ho fatto perché li abbiamo mangiati a colazione)...
vi riporto gli ingredienti:

- 1 cucchiaio di miele
- 2 cucchiai di liquore all'amaretto
- 100 gr di mascarpone

- mettere il miele, il liquore e il mascarpone in una tazza e sbattere bene.



mercoledì 3 aprile 2013

Torta di mele con uvetta e amaretti

Chi ha mangiato troppo a pasqua e pasquetta alzi la mano!
Questo dolce l'ho fatto qualche giorno fa... ora per la colazione abbiamo la colomba e poi arriveranno i dolcetti per smaltire il cioccolato delle uova... sempre che il cioccolato faccia in tempo ad arrivare alla fase "smaltimento" e non arrivi prima alla fase "digestione"! ^_^

Ho fatto tantissimi esperimenti con le mele, ma che ci posso fare se mi piacciono tanto e si sposano con tantissimi ingredienti??? con gli amaretti sono una favola... gnam gnam...

Ingredienti (per una tortiera di 24 cm)

2 mele + succo di un limone
200 gr di farina 00 Molino Chiavazza
150 gr di zucchero
50 gr di burro
140 ml di latte
2 uova
1/2 bustina di lievito per dolci S.Martino

80 gr di uvetta sultanina
60 gr di amaretti
q.b. cannella
1 pizzico di sale



- Tagliare le 2 mele a fettine sottili sottili e mettere in una ciotola spruzzate di succo di limone (per non farle annerire) e tenere da parte.

- Mettere l'uvetta sultanina in ammollo in una ciotolina con acqua fredda.



- Separare gli albumi dai tuorli.

- Montare con le fruste elettriche gli albumi e tenere da parte.

- In un'altra ciotola montare, con le fruste elettriche, lo zucchero con i tuorli.. aggiungere il burro fuso, il latte e il pizzico di sale continuando a sbattere con le fruste amalgamando bene il tutto.

- Unire un po alla volta la farina setacciata insieme al lievito e alla cannella e mescolare con una spatola fino ad ottenere un composto omogeneo.

- Incorporare adesso gli albumi montati a neve mescolando delicatamente dal basso verso l'altro.

- Per ultime unire le mele (precedentemente tagliate a fettine) e l'uvetta strizzata e mescolare bene per distribuire uniformemente l'impasto.


- Versare il composto in una tortiera imburrata e infarinata con gli amaretti sbriciolati e ricoprire la superficie della torta con i restani amaretti sbriciolati grossolanamente.

- Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 50 - 60 minuti circa... fare la prova stecchino per la cottura... è normale che la superficie sia croccante e dorata.



Ok... so che è inutile dirlo perché tiepida è buonissima, ma sarebbe meglio aspettare che sia completamente fredda per sentire al meglio i vari sapori.