mercoledì 3 aprile 2013

Torta di mele con uvetta e amaretti

Chi ha mangiato troppo a pasqua e pasquetta alzi la mano!
Questo dolce l'ho fatto qualche giorno fa... ora per la colazione abbiamo la colomba e poi arriveranno i dolcetti per smaltire il cioccolato delle uova... sempre che il cioccolato faccia in tempo ad arrivare alla fase "smaltimento" e non arrivi prima alla fase "digestione"! ^_^

Ho fatto tantissimi esperimenti con le mele, ma che ci posso fare se mi piacciono tanto e si sposano con tantissimi ingredienti??? con gli amaretti sono una favola... gnam gnam...

Ingredienti (per una tortiera di 24 cm)

2 mele + succo di un limone
200 gr di farina 00 Molino Chiavazza
150 gr di zucchero
50 gr di burro
140 ml di latte
2 uova
1/2 bustina di lievito per dolci S.Martino

80 gr di uvetta sultanina
60 gr di amaretti
q.b. cannella
1 pizzico di sale



- Tagliare le 2 mele a fettine sottili sottili e mettere in una ciotola spruzzate di succo di limone (per non farle annerire) e tenere da parte.

- Mettere l'uvetta sultanina in ammollo in una ciotolina con acqua fredda.



- Separare gli albumi dai tuorli.

- Montare con le fruste elettriche gli albumi e tenere da parte.

- In un'altra ciotola montare, con le fruste elettriche, lo zucchero con i tuorli.. aggiungere il burro fuso, il latte e il pizzico di sale continuando a sbattere con le fruste amalgamando bene il tutto.

- Unire un po alla volta la farina setacciata insieme al lievito e alla cannella e mescolare con una spatola fino ad ottenere un composto omogeneo.

- Incorporare adesso gli albumi montati a neve mescolando delicatamente dal basso verso l'altro.

- Per ultime unire le mele (precedentemente tagliate a fettine) e l'uvetta strizzata e mescolare bene per distribuire uniformemente l'impasto.


- Versare il composto in una tortiera imburrata e infarinata con gli amaretti sbriciolati e ricoprire la superficie della torta con i restani amaretti sbriciolati grossolanamente.

- Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 50 - 60 minuti circa... fare la prova stecchino per la cottura... è normale che la superficie sia croccante e dorata.



Ok... so che è inutile dirlo perché tiepida è buonissima, ma sarebbe meglio aspettare che sia completamente fredda per sentire al meglio i vari sapori.




1 commento:

  1. gli amaretti ci stanno benissimo, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Ciao! Grazie di essere passato/a di qui.. sarò felice di ricambiare la tua visita.