lunedì 31 dicembre 2012

Casetta di pan di zenzero e.... BUON ANNO!

Ok.. me ne rendo conto.. a dicembre ho praticamente sfornato solo pan di zenzero!
è rapidissimo da preparare... è buono da morire... e crea tantissima atmosfera natalizia.

In ogni caso non ho proprio avuto il tempo di fare niente.. infatti ho tantissime idee arretrate, ma recupererò di sicuro a gennaio! ^_^





Non lascio la ricetta perché potete trovarla sia qui che qui. Devo dire che mi sono divertita molto a progettare e realizzare la casetta, anche se mi sono resa conto che sono cose che non si possono fare in fretta e furia all'una di notte dopo una giornata massacrante, ma ne è valsa la pena... sono proprio soddisfatta della mia piccola casa biscottosa!!









E' il 31 dicembre... non mi è mai piaciuto festeggiare il capodanno.. c'è sempre un pò di malinconia.
Si tiranno le somme dell'anno passato e si va incontro ad un anno nuovo che chissà cosa ci riserva.
Per me il 2012 è stato un anno positivo, non mi piace lamentarmi. Ho avuto soddisfazioni universitarie.. familiari.. la mia dolce metà è sempre presente.. cos'altro posso desiderare?

Ovviamente non mi dimentico del mio piccolo angolino nell'immensità del web.. come potrei.. nel 2012 ho festeggiato il mio primo blog compleanno con un contest a cui avete partecipato con tantissimo entusiasmo e non vedo l'ora di farne un altro (devo aspettare l'ispirazione).. quindi spero proprio che il 2013 mi porti almeno almeno quello che mi ha dato l'anno che se ne va...


Ora vado a Pisa dagli amici per festeggiare brindare all'anno nuovo..


..quindi non mi resta che ringraziarvi per l'anno passato virtualmente insieme

e augurarvi un 2013 pieno di cose belle, ma soprattutto buone da mangiare! ^_^





sabato 15 dicembre 2012

Biscottini di pan di zenzero

Ho un esame a breve. Per questo sono assente dal blog e dai miei consueti giri nei blog preferiti. Cercherò di recuperare... intanto continuo a salvarmi miliardi di link nei preferiti!
La prossima settimana abbiamo una cena tra amici per farci gli auguri e scambiarci i regali. L'anno scorso avevo fatto ad ognuno di loro un omino di pan di zenzero. Quest'anno ho pochissimo tempo a disposizione, ma ero tormentata all'idea di non fargli niente di buono, così ho preso pari pari la ricetta del pan di zenzero dell'anno scorso (senza modificarne una virgola perché secondo me è ottima) e ho preparato dei sacchettini con dentro dei piccoli biscottini.. natalizi ovviamente!

Come formine ho usato un kit di 9 pezzi a tema natalizio che ho comprato lo scorso anno. ma ovviamente va bene ogni tipo di stampino.. come dimensioni variano da 2cm a 6cm.

Con queste dosi mi sono venuti 222 biscotti! 
Sono pazza. ma fino ad un certo punto.. li ho contati per suddividerli nei vari sacchetti!


Ingredienti per il pan di zenzero :

350 gr di farina 00
150 gr di burro
100 gr di zucchero semolato
60 gr di zucchero di canna
1 uovo
2 cucchiaini di cannella
2 cucchiaini di zenzero
1/4 di cucchiaino di noce moscata
1/2 cucchiaino di chiodi di garofano
 in polvere
2 cucchiai di miele
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito per dolci




- Setacciare insieme la farina, il lievito per dolci, il pizzico di sale, lo zucchero semolato e lo zucchero di canna.

- Aggiungere le spezie e mescolare bene per distribuire uniformemente il tutto.

- Agigungere l'uovo e il miele e con una forchetta (o cucchiaio) mescolare fino a rendere il composto grumoso.

- Unire il burro tagliato a pezzetti e impastare il composto con le mani fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo (il procedimento è uguale a quello per la pasta frolla).
Avvolgere nella pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo per almeno 2 ore.

- Una volta tolto dal frigo stendere l'impasto con l'aiuto di un mattarello fino ad uno spessore di 4 mm circa.
Consiglio di lasciare in frigorifero la parte di impasto che non si usa nell'immediato perché tende ad ammorbidirsi rapidamente e c'è il rischio che una volta in forno non tenga la forma che gli è stata data.

- Distribuire i biscotti su una teglia ricoperta di carta da forno.

- Cuocere in forno ventilato precedentemente riscaldato a 180° per 9 minuti circa.. ovviamente il tempo dipende dalla dimensione del biscotto (l'omino di pan di zenzero l'anno scorso l'avevo cotto per 12-15 minuti)



Questi sono i biscottini confezionati






Partecipo al contest del blog Nella mia cucina



venerdì 7 dicembre 2012

Torta caprese

Torta caprese di Luca Montersino... quando cerco un dolce un pò diverso dai soliti ormai collaudati vado direttamente a cercare tra le sue ricette e trovo SEMPRE qualcosa che fa al caso mio!
Sinceramente non ho mai assaggiato questa torta e non la conoscevo, ma mi sono affidata a lui e all'aspetto che aveva nella foto del libro.. avevo bisogno di una torta da preparare in poco tempo, ma gustosa e d'effetto.. questa mi sembrava perfetta.
Ho rispettato fedelmente dosi e procedimento. Se volete una spiegazione ancora più chiara, la video ricetta di Luca Montersino sul sito di AliceTv potete vederla qui.


Ingredienti (tortiera da 18 cm)

225 gr di farina di mandorle
25 gr di cacao amaro in polvere

150 gr di burro
115 gr di zucchero a velo
120 gr di uova intere
20 grammi di tuorlo (uno)

30 gr di albumi (uno)
40 gr di zucchero semolato

30 gr di mandorle a lamelle



- Rendere il burro in pomata. Potete tirarlo fuori dal frigo un paio d'ore prima oppure aiutarvi con il microonde.. la consistenza è importantissima per farlo montare.

- Mettere il burro nella planeteria o in una ciotola e farlo montare assieme allo zucchero a velo.

- Quando la montata di burro e zucchero avrà incorporato abbastanza aria, aggiungete le uova poco alla volta.. prima di continuare ad aggiungerle assicuratevi che la parte prima sia stata completamente assorbita.

- Una volta che avrete ottenuto un composto ben areato, potete aggiungere il cacao amaro setacciato (perché sono sempre presenti dei grumi) e con l'aiuto di una spatola amalgamate bene.

- Aggiungere ora anche la farina di mandorle in due o tre volte fino a completo assorbimento.

- In un'altra ciotola montate l'albume con lo zucchero semolato.

- Incorporare l'albume montato a neve al composto e mescolare delicatamente dal basso verso l'alto, con l'aiuto di una spatola, fino ad ottenere un impasto omogeneo e cremoso.

- Spennellare la tortiera con l'olio (io ho usato quello di semi di arachide ma penso vada bene di qualsiasi tipo) e disporre sul fondo le mandorle a lamelle.

-  Versare l'impasto in una sac à poche con una bocchetta larga liscia e disporre l'impasto sul fondo di mandorle facendo una spirale partendo dal centro e proseguire fino ad usarlo tutto.
Volendo l'impasto si può versare nella tortiera anche a cucchiaiate ma con l'uso della sac à poche, oltre ad ottenere una distribuzione più precisa non si corre il rischio che le mandorle si spostino di qua e di là andando così a compromettere l'aspetto finale del dolce.

- Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 40 minuti circa.. fate la prova steccchino e attenzione a non cuocerlo troppo perché l'interno deve rimanere umido.

- Lasciate raffreddare il dolce per circa mezz'ora dentro la tortiera e poi, una volta freddo, potete capovolgerlo sul vassoio.


Avrete così un dolce soffice e umido con la superficie formata da uno strato di mandorle croccanti!

Che dire.. seguite Montersino alla lettera e il risultato è garantito!!





Partecipo al giveaway
de La banda dei broccoli




sabato 1 dicembre 2012

Vincitore contest Book&Cook

Eccoci finalmente!!!

Prima di tutto.. del vincitore.. del pdf... ecc..ecc... ci tenevo veramente tantissimo a ringraziare TUTTI TUTTI TUTTI quelli che hanno partecipato al contest. Io mi sono divertita e mi ha fatto davvero piacere che il tema sia piaciuto così tanto... credo che leggere sia una delle cose più belle che esistano perché a volte nient'altro è in grado di regalare certe emozioni.

A parte i numerosi impegni, ci abbiamo messo molto tempo a trovare una ricetta che mettesse tutti d'accordo... diciamo che inizialmente la vincitrice non l'aveva scelta nessuno, ma ritrovandoci tutti e tre insieme, non trovando un accordo, ci siamo rimessi a guardare un pò le nostre classifiche e abbiamo notato che per ognuno di noi la ricetta che l'attuale vincitrice era lì subito dietro al primo scelto che faceva capolino.

Abbiamo riletto il post.. e in un secondo ci siamo trovati d'accordo nel decidere che la vincitrice del mio primo contest Book&Cook doveva essere......

....Claudia.... con i suoi MUFFIN ALCOLICI AL BAILEYS E CUORE DI CIOCCOLATO!
[Congratulazioni!! Mandami i tuoi dati per poterti inviare il premio (un grembiule con presine coordinate pieno di farfalle blu) all'indirizzo mail :   erhcpe@yahoo.it]





"oggi Manuela è di buon umore...scarta con vivacità un cestino saturo di pasticcini ancora orlati dalle corolle bianche in cui sono stati cotti..."

 "L'eleganza del riccio" di Mauriel Barbery.








Claudia scrive nel suo post : La protagonista è una portinaia qualunque, che fa di tutto per non disconfermare lo stereotipo borghese della portinaia brutta, povera e di scarsa cultura, in realtà è una mente brillante e vorace, ama l'arte e la filosofia, legge di tutto di nascosto nella sua guardiola. La accomuna alla seconda protagonista, una preadolescente prossima al suicidio, uno fare cinico e disincantato, ironico e sprezzante.
Nel libro viene dato molto spazio alla sua amicizia con Manuela (donna delle pulizie molto più intuitiva e umana di molto ricchi per cui lavora) abilissima nel far dolci e dai gusti molto raffinati che si presenta nella guardiola all'ora del tè..
Nel libro gli incontri davanti a dei dolci appena scartati dall'amica sono molti, ma non sempre viene nominato un dolce in particolare, così anche questi muffin mi sembrano perfetti per l'ora del tè in rue de Grenelle.

Ci è piaciuto molto che Claudia, leggendo quelle due righe abbia pensato a questi muffin.. dal gusto decisamente particolare.. con questo cuore di cioccolato, li ha resi secondo noi, dei veri e propri "pasticcini".
Chiudendo gli occhi e immaginandoci di essere nella guardiola insieme alle due donne al momento dell'apertura del cesto... quei muffin ci stavano proprio bene.
Abbiamo naturalmente apprezzato l'uso dei pirottini bianchi che immediatamente ti ricordano la frase "orlati dalle corolle bianche in cui sono stati cotti".

La foto ci ha conquistati! Oltre a farci godere da distante della bontà di questi muffin... il fatto che si intraveda il tavolo con scatole e bottiglia ci è sembrato proprio che Manuela (donna delle pulizie) fosse appena arrivata nella guardiola.. che avesse spostato in fretta e furia le cose dal tavolo mentre l'amica (la portinaia) era intenta a preparare due tazze fumanti di the... e fossero pronte a godersi quei momenti tutti loro.

Ok probabilmente abbiamo esagerato con la fantasia, ma questo è tutto quello che Claudia ci ha trasmesso.... grazie!


-----------------------------------------------


Veniamo al resto!
Come promesso leggerò il libro "L'eleganza del riccio", che devo ammettere... l'avevo già letto appena uscito, ma non me lo ricordo benissimo, mi ricordo però che mi aveva emozionato molto... emozioni che rivivrò con piacere.  
Beh ovviamente non vedo l'ora di assaggiare questi goduriosi muffin!!!!!

Come anticipato nel post precedente ho realizzato un PDF con tutte le ricette partecipanti. Potete vederlo cliccando sul banner del contest qui sotto oppure, in modo che sia sempre disponibile per tutti in modo rapido, sul banner nella colonna di destra (per capirci bene quello che prima rimandava al post del contest).



Spero che il PDF vi piaccia... Se avete problemi nella visualizzazione fatemelo sapere.


Grazie.....