lunedì 30 gennaio 2012

Candy di Lucy

Girando di blog in blog e precisamente in quello di MiniCuoca91 ho trovato il link a questo blog candy che mi ha subito attratta perché adoro Snoopy :




- Dovete andare sul blog Così parlò... Lucy Van Pelt! e precisamente a questo link

- Leggete il regolamento molto semplice fatto di poche regole:
   Aggiungersi ai followers
   Inserire il banner del blog candy nel proprio blog (facoltativo)
   Complilare un breve modulo incluso nel post e....

.... IMPORTANTE!
Nel commento al post bisogna specificare da quale blog si è venuti a conoscenza del blog candy perché questo contribuirà a dare 1 punto alla persona che vi ha fatto conoscere il gioco.

Alla fine ci saranno 2 premi :

1 sarà scelto dal fortunato estratto a sorte tra le 5 persone con il punteggio più alto.

1 sarà attribuito al fortunato estratto a sorte tra tutti i partecipanti.

Andate sul blog e partecipate numerosi!!!! Io l'ho trovato un blog candy davvero originale!

sabato 28 gennaio 2012

Panna cotta alla fragola

Le mie intenzioni erano quelle di fare la "vera" panna cotta.. quella con gli albumi e la cottura lunghiiiiissima in forno a bagno maria, ma ieri sera era tardi e non avevo proprio voglia di aspettare tutto quel tempo, così ho optato per la versione rapida con la colla di pesce, anche se ho visto in giro per il web che tante persone sono contrarie ad usarla...
La ricetta è rapidissima e il risultato è OTTIMO!
Con queste dosi ho riempito 6 vaschettine monoporzione di alluminio (quelle tipo pirottino)


Ingredienti :

500 ml di panna fresca da cucina
150 gr di zucchero a velo
3 fogli di colla di pesce
1 baccello di vaniglia


Per lo sciroppo alla fragola :

marmellata di fragole
acqua q.b.



- Mettere i fogli di colla di pesce in una ciotola immersi in acqua fredda per 10 minuti circa.

- Mettere in un pentolino la panna con lo zucchero e il baccello di vaniglia (inciso per la lunghezza).
  Scaldare il tutto mescolando, ma non far bollire.. spegnere il fuoco quando si vedono le prime bollicine lungo i bordi. Togliere il baccello di vaniglia.

- Strizzare i fogli di colla di pesce ed unirli alla panna calda. Mescolare bene fino a completo scioglimento.

- Filtrare il tutto in un colino e versare nei vari pirottini di alluminio.

- Lasciare raffreddare a temperatura ambiente. Una volta freddi mettere in frigorifero (è normale che la panna sia ancora liquida) e attendere almeno 5-6 ore prima di consumare.

- Al momento di sformare, immergere i pirottini nell'acqua bollente per qualche secondo e poi aiutarsi facendo passare un coltello lungo i bordi.


Volevo usare gli stampini in silicone, ma ho letto nei vari forum che a tante persone la panna cotta è rimasta liquida o hanno avuto altri problemi, così non ho voluto rischiare... mi interesserebbe saperne di più perché si potrebbero avere forme molto più carine dei semplici pirottini di alluminio.
Qualcuno ha mai provato ad usare il silicone???


La panna cotta si può "condire" con quello che si preferisce.. cioccolato.. caramello... frutti di bosco... Io in casa non avevo niente e ho improvvisato uno sciroppo con la marmellata di fragole.. ovviamente fattibile con ogni tipo di marmellata.

- Mettere la marmellata (per la quantità regolarsi in base a quante porzioni si devono condire e a quanta se ne vuole mettere di condimento in ogni piattino) in una ciotola con qualche cucchiaio d'acqua e scaldare nel microonde o a bagnomaria... aggiungere via via altra acqua fino a raggiungere una consistenza sciropposa.

- Filtrare con un colino per rimuovere eventuali pezzi di frutta.

- Lasciare raffreddare completamente prima di colare lo sciroppo sulla panna cotta.


Partecipo al contest di Una pasticciona in cucina



e a quello di Bimbi a tavola



giovedì 26 gennaio 2012

Weekend a Parigi

Eccomi tornata dal weekend (un pò lungo) a Parigi.. sono D I S T R U T T A ! ! !
Camminare 3 giorni in fiera dal mattino alla sera è stato massacrante.. Io a Parigi c'ero già stata nel 2006 con la gita di 5° superiore e l'avevamo girata in lungo e in largo, ma i miei genitori non c'erano mai stati... come si fa ad andare a Parigi per la prima volta e dedicarsi solo al lavoro senza vedere minimamente il posto??
Così dopo la giornata in fiera, seguiva la serata in giro per la città per vedere il più possibile nel poco tempo a disposizione.. Io non credo di aver mai camminato così tanto in vita mia.

Seguono foto delle meraviglie della città e qualche foto dei posti dove abbiamo mangiato.

Moulin Rouge
Cattedrale di Notre Dame
Piramide del Louvre
Obelisco di Place de la Concorde
Basilica del Sacro Cuore


Purtroppo le foto sono tutte "by night", molto night visto che tornavamo a dormire ad orari improponibili.. tranne la foto della Basilica del Sacro Cuore che è stata fatta con un tempo orribile sotto la pioggia.. OVVIAMENTE ha piovuto la mezza giornata che volevamo dedicare a fare un giro della città prima di tornare a prendere l'aereo... ribadisco OVVIAMENTE!

La Torre Eiffel :



Passiamo ora al cibo.. siamo stati fortunati nel trovare locali tipici, con delle buone cose da mangiare e soprattutto a prezzi ragionevoli visto che c'erano dei locali con prezzi folli.. ad esempio un "espresso", che il vero espresso non l'aveva visto neanche in foto si aggirava intorno ai 3,50  e una semplice pizza margherita andava  sui 14,00 € e tanti altri esempi che probabilmente ho rimosso dalla mia testa!!!

Soupe à l'onion
Ristorante nel Quartiere Latino
Fondue Bouguignonne


Coquelicot a Montmartre
Coquelicot a Montmartre
Crepes di mele




Abbiamo fatto un passo anche su l'Avenue des Champs-Elysées.. e si è messo a piovere!!!
Abbiamo trovato casualmente la boutique Ladurée.. piena zeppa di macarons :

     

Per rimanere in tema, in fiera c'erano i banchetti di Laudrée, così finalmente ho assaggiato i famosi e originali macarons..... attimo di suspance..... beh, se devo essere totalmente sincera quelli fatti in casa vengono molto simili per quanto riguarda l'impasto dei gusci, ma gli va reso merito per le diverse ganache che hanno un sapore davvero eccezionale!
Dimenticavo che abbiamo assaggiato anche la Quiche Lorraine... è buonissimissima!!!

 
Quiche Lorraine
Scatolina per 8 macarons


Limone - Liquirizia - Marshmallow - Pistacchio
Lampone - Cioccolato - Caffè

Non è finita qui la storia! Arrivati sotto il portone di casa, dopo il volo e il viaggio da Pisa a La Spezia, alle 01.00 passo a controllare l'entrata del negozio e trovo la posta e un pacco simpaticamente scaricato dal postino.. guardo ed era per me..

F I N A L M E N T E è arrivato il Ricettario della KitchenAid disponibile solo per chi ha acquistato un Robot da Cucina Artisan, dopo aver spedito il documento di garanzia.... e se qualcuno me lo portava via?????

Pensavo fosse un libricino e invece sono 240 pagine.. evviva! evviva! evviva!


sabato 21 gennaio 2012

Cupcake Banana e Nutella

Evviva! Evviva! Finalmente i miei primi cupcakes!!!
Ero partita dal fare i miei soliti, buoni e soffici muffins... che sono sempre una garanzia!
Volevo farli alla banana con il cuore di nutella (accostamento meraviglioso) e così è stato, ma invece che farci il cuore mi sono chiesta... perché non metterla sopra la nutella?


Ingredienti per 8 cupcakes :

150 gr di farina 00
70 gr di zucchero di canna
1 banana grande
2 cucchiai di burro fuso
5 cucchiai di latte intero
2 cucchiaini di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
1 uovo
1 pizzico di sale


Ingredienti per la crema alla nutella:

8 cucchiai di nutella
4 cucchiaini di burro


- In una ciotola schiacciare (usando una forchetta) la banana con il latte e il burro fuso e mettere da parte.

- Con le fruste elettriche montare l'uovo con lo zucchero di canna.

- Unire adesso la banana con il latte e il burro.

- Quando il composto sarà ben amalgamato aggiungere lentamente la farina con il lievito, la vanillina e il pizzico di sale, il tutto precedentemente setacciato. Amalgamare bene.

- Versare nei pirottini di silicone o in quelli di carta messi dentro l'apposita teglia.

- Cuocere in forno caldo ventilato a 190° per 20-25 minuti circa... controllare con lo stecchino!

- Mentre raffreddano preparare la crema alla nutella!
  Sciogliere a bagno maria un cucchiaio di nutella abbondante per ogni cupcake fatto
  ( 8 cupcakes = 8 cucchiai abbondanti di nutella)
  insieme al burro e mescolare fino a raggiungere la cremosità desiderata.

- Mettere la crema di nutella in una sac à poche con il beccuccio che si preferisce e decorare a piacimento le cupcakes ormai fredde! Lasciar raffreddare anche la crema prima di mangiarli... anche se sarà difficile resistere!!!


Partecipo al contest di Diariodicucina




Fino al 24 sono a Parigi.. per lavoro (di mia mamma)!
Però qualche giretto lo faremo di sicuro...


martedì 17 gennaio 2012

Gugelhupf fasulli al farro

Gugelhupf... cosa sono? io fino ad oggi pomeriggio non lo sapevo! Tempo fa avevo comprato una teglia in super offerta al Lidl, di una forma che mi piaceva tanto e l'avevo archiviata in dispensa... Oggi volevo fare dei dolcetti provando a usare la farina di farro e ho rispolverato lo stampo leggendo sul retro che serve per fare "6 mini gugelhupf" .... e cosa sarebbero? mi sono chiesta.... così ho cercato su google e oltre a chiamarsi in tanti modi diversi (Kugelhupf, Babka, Kuglof,..) a seconda del posto (Germania, Svizzera, Tirolo, Austria, Croazia, Polonia, ecc...) ho scoperto che al nome e alla forma (a "toroide") vengono attribuiti tanti significati : il sole rotante, un copricapo contadino che avvolgeva la testa come un turbante, il copricapo dei Magi d'oriente che avrebbero inventato questo dolce per omaggiare un pasticcere che li aveva ospitati, ...... e secondo alcune tradizioni si dovrebbe inserire una monetina all'interno dell'impasto, portando fortuna a chi la trova nella sua fetta!
Bene.... dopo aver parlato di questo dolce dall'impasto che ricorda il nostro panettone, ricco di uvetta, mandorle, frutta candita, noci, ecc ecc.... ecco la mia ricetta tutta inventata che non c'entra un bel niente con i veri Gugelhupf !!!!


Ingredienti :

180 gr di farina di farro
230 gr di zucchero semolato
170 gr di burro
80 ml di latte intero
3 uova
1 bustina di lievito per dolci
gocce di cioccolato
scorza d'arancia candita





- Montare con le fruste elettriche lo zucchero semolato insieme al burro cremoso.

- Aggiungere le uova e continuare a montare.

- Incorporare la farina (si può usare anche la normale farina00) e il lievito per dolci in polvere, precedentemente setacciati. Alternare il latte per mantenere sempre una consistenza cremosa dell'impasto, però attenzione a non farlo diventare troppo liquido... altrimenti quando si andranno ad aggiungere le gocce di cioccolato e/o i canditi, una volta in forno sprofonderanno accumulandosi sul fondo.

- Incorporare a piacere gocce di cioccolato e/o frutta candita e/o mandorle o noci tritate

- Versare l'impasto negli stampi riempiendoli per 2/3

- Cuocere in forno ventilato a 180° per 30 minuti circa... fare sempre la prova stecchino!

- Una volta tiepidi toglierli dagli stampi e se si vuole spolverare con zucchero a velo.

venerdì 13 gennaio 2012

Torta zebrata

Ieri ho dato un esame per il quale ero preoccupatissima.... e ho presto 27 !!!
Quindi oggi (solo oggi purtroppo) giornata di relax totale.. così ho fatto un dolce con quello che avevo in casa, una cosa semplice, per la colazione...
Girando nel web ho visto tantissime volte la torta zebrata e mi sono decisa a farla!
Ho fuso insieme diverse ricette per cercare di non usare il burro, altrimenti i miei genitori si lamentano che gli faccio aumentare il colesterolo con tutti questi dolci! Brontolano per 10 secondi circa.. poi mangiano la torta e mi chiedono perché l'ho fatta così piccola!  -_-"
Le dosi che scrivo sono per una tortiera da 18cm, piccolina, quindi se si usa una tortiera standard da 24-26 cm aumentare di metà circa le quantità.
Mi dispiace non aver messo la foto del passaggio per mescolare gli impasti, ma non mi viene mai in mente di fare le foto mentre cucino.. sono troppo concentrata.. vabbè cercherò di spiegarlo al meglio.


Ingredienti :

200 gr di farina 00
130 gr di zucchero semolato
90 gr di olio di semi
90 gr di latte intero
2 uova
2 cucchiai di cacao amaro
1 bustina di vanillina
2/3 di bustina di lievito





- Montare con le fruste elettriche le uova con lo zucchero semolato fino ad ottenere un composto spumoso.

- Aggiungere a filo l'olio di semi e continuare a mescolare.

- Incorporare la farina precedentemente setacciata insieme al lievito.
  Aggiustare l'impasto di densità unendo un pò alla volta il latte.

- Dividere adesso l'impasto in due parti.
  Nella parte chiara aggiungere la bustina di vanillina.
  Nella parte nera aggiungere il cacao amaro (meglio se setacciato per evitare che si formino dei grumi) e se necessario aggiungere un pochino di latte per ammorbidire l'impasto.

- Per creare l'effetto zebrato si deve procedere versando nella tortiera (precedentemente imburrata e infarinata) 2 cucchiai di impasto chiaro al centro.. poi al centro dell'impasto chiaro appena versato far colare 2 cucchiai di impasto nero e così via alternando i colori.  Non preoccuparsi per la distribuzione dell'impasto perché il tutto si allargherà da solo via via che si formano gli strati.

- Cuocere nel forno ventilato a 180° per 35-40 minuti circa, dipende anche dalla dimensione del dolce.. verificare sempre la cottura con lo stecchino!

ATTENZIONE QUANDO SI INFORNA LA TORTA A NON MUOVERE TROPPO
LA TORTIERA ALTRIMENTI SI MESCOLERANNO TUTTI GLI STRATI

La zebratura si vede anche esternamente :




Partecipo al contest di Gianni



lunedì 9 gennaio 2012

Cioccotorta con crema al caffè

Oggi è il compleanno di mio fratello.. 28 anni!
Ecco la torta che ho fatto per lui.. cioccolato.. caffè e tantissima panna.. meglio di così!


Ingredienti torta :

130 gr di farina 00
65 gr di burro
110 gr di zucchero semolato
65 gr di cioccolato fondente
65 gr di cacao amaro polv.
2 uova
40 gr di latte intero
3/4 bustina lievito per dolci





Torta al cioccolato - diametro 18 cm
.
- Montare le uova con lo zucchero. Aggiungere il burro e il cioccolato precedentemente sciolti a bagnomaria e continuare a mescolare.

- Incorporare la farina, il cacao amaro e il lievito precedentemente setacciati. Mantenere l'impasto cremoso aggiungendo poco a poco il latte.

- Cuocere nel forno ventilato a 180° per 35 minuti circa (prova stecchino)

- Prima di tagliare la torta per farcirla, lasciarla raffreddare completamente



Ingredienti crema al caffè :

3 tazzine di caffè
4 cucchiai di zucchero semolato
2 cucchiai di farina
250 ml di panna da montare






Crema al caffè
.
- Mettere in un pentolino lo zucchero con la farina e le tazzine di caffè e mescolare bene.

- Accendere il fuoco e far cuocere giusto il tempo di far addensare la crema.

- Montare la panna (ricordarsi di tenere panna - fruste - ciotola in frigorifero per avere tutto freddo al momento dell'uso altrimenti la panna non monterà) e incorporare la crema al caffè (fatta raffreddare completamente) con un movimento dal basso verso l'altro per non far smontare la panna.


Assemblaggio
.
- Farcire la torta a piacimento. Con queste dosi sono riuscita a fare 2 strati di crema al caffè abbastanza ricchi.

- Decorare con panna montata o... spazio alla fantasia!


E' veramente super golosissima!!!



Partecipo al contest di Batuffolando




Partecipo anche al contest di Gianni



sabato 7 gennaio 2012

Sito di parassiti

Ho letto nel blog Batuffolando il post Sito parassiti così mi sono incuriosita e sono andata a leggere nel blog di Norma un post del 20 dicembre in cui spiega tutto dettagliatamente.

Ecco il link : http://merendasinoira.wordpress.com/2011/12/20/di-onesta-intellettuale-di-onesta-e-etica-del-web-credete-ancora-a-babbo-natale/

Andate a leggere e diffondete la notizia perché sembra che prendano le ricette dai blog senza autorizzazione.
Il sito è http://www.tzetze.it/cucina/

Ciambella all'arancia con semi di papavero

Non la faccio spesso, ma adoro la ciambella, mi mette allegria! E' ottima per la colazione, con dei sapori un pò diversi dal solito.. per cominciare al meglio la giornata..


Ingredienti :

250 di farina 00
180 gr di burro
180 gr di latte caldo
250 gr di zucchero semolato
1 cucchiaio abbondante di scorza d'arancia grattugiata
50 gr di semi di papavero
3 uova
1 bustina di lievito per dolci




- Mescolare i semi di papavero e il latte caldo e lasciare riposare per 10 minuti.

- Nel frattempo con lo sbattitore elettrico lavorare lo zucchero semolato con le uova. Aggiungere la farina, la scorza d'arancia e il burro.

- Incorporare il latte con i semi di papavero e mescolare fino ad ottenere un impasto chiaro ed omogeneo.

- Versare l'impasto nello stampo a ciambella.

- Cuocere nel forno ventilato a 180° per 50 minuti circa.. controllare sempre con lo stecchino!

- Prima di sformare il dolce e lasciarlo raffreddare completamente, attendere qualche minuto.



Partecipo al contest di Batuffolando


giovedì 5 gennaio 2012

Carbone della befana

Siccome il 6 gennaio avrò un gran da fare a portare le calze a tutti, mi sono portata avanti e ho preparato il carbone con due giorni d'anticipo!
Quello nero si compra.. e mi rendo conto solo adesso che ho scelto dei colori un pò insoliti, ma mi andava così.. portano un pò di allegria a chi è stato cattivo e gli tocca solo il carbone!
La ricetta è presa da GialloZafferano .. ho dimezzato le dosi per fare due colori senza farne una quantità esagerata!



Ingredienti:

150 gr di zucchero semolato
acqua q.b.

100 gr di zucchero semolato
50 gr di zucchero a velo
1/2 albume d'uovo
1/2 cucchiaio di alcol puro
coloranti alimentari




- Mettere in una pentola (bassa e larga) i 150 gr di zucchero semolato e aggiungere acqua fredda fino a coprire lo zucchero. Far bollire fino a che il caramello diventi biondo, tenendo il fuoco basso altrimenti si brucerà tutto. (10-15 minuti)

- Nel frattempo montare l'albume a neve. Aggiungere i 100 gr di zucchero semolato, lo zucchero a velo, l'alcol puro e il colorante che si preferisce (meglio in polvere o gel rispetto a quelli liquidi perché danno un colore più intenso e non alterano il composto). Mescolare bene fino ad ottenere una colorazione uniforme.

- Quando il caramello è pronto, versare la glassa colorata all'interno della pentola e mescolare bene con un cucchiaio di legno per distribuire uniformemente il colore.

- Attendere qualche secondo abbassando il fuoco per non far bruciare la parte a contatto con la pentola.

- Versare il tutto in uno stampo raccolto (quello da plumcake come consigliato è perfetto). Schiacciare delicatamente con il cucchiaio di legno per compattare e far raffreddare completamente.

- Una volta freddo sformare il carbone e tagliarlo a pezzetti!



lunedì 2 gennaio 2012

Budino al cioccolato

Primo post del 2012! Budino al cioccolato di Luca Montersino.
Per natale mi hanno regalato le formine Fantasy della mia tanto adorata Silikomart.. così cercando ispirazione sul loro sito ho visto una ricetta del maestro per il budino al cioccolato usando proprio quello stampo!
Rispetto alla ricetta originale ho dimezzato le dosi e sono venuti 6 budini (non paragoniamo il risultato please.. credo di averli sformati troppo presto).



Ingredienti :

600 ml di latte intero
150 ml di panna da cucina
25 gr di amido di mais
25 gr di amido di riso
20 gr di cacao amaro
125 gr di zucchero semolato
1/2 bacca di vaniglia





- Mettere a bollire 500 ml di latte intero con la bacca di vaniglia incisa per la lunghezza.

- In un recipiente mescolare il resto degli ingredienti : 100 ml di latte , zucchero , amido (io ho usato 50 gr di amido di mais perché non avevo quello di riso), panna da cucina, cacao amaro in polvere setacciato.

- Versare il latte bollente nel recipiente con gli altri ingredienti ed amalgamare bene con l'aiuto di una frusta.

- Mettere il tutto sul fuoco e portare a bollore senza mai smettere di mescolare.

- Proseguire nella cottura e una volta addensato versare negli stampini.

- Quando possibile mettere i budini in frigorifero per almeno 2 ore prima di consumare.



Partecipo al contest di Una pasticciona in cucina