lunedì 26 novembre 2012

Castagnaccio con le noci

L'anno scorso avevo fatto il castagnaccio in modo tradizionale (lo potete vedere qui) solo con uvetta e pinoli... ma girando nel web ho visto che in realtà ci sono delle varianti.. c'è chi usa il latte al posto dell'acqua (???) e chi arricchisce il tutto con frutta secca di vario tipo.
Avendo pochi pinoli ho deciso di provare ad arricchire il mio castagnaccio con qualche noce...
ah! ovviamente l'uvetta e i pinoli io li metto anche nell'impasto, non solo sulla superficie come decorazione.. sennò che gusto c'è? ^_^




Ingredienti
(per una teglia di 21x28 cm)

250 gr di farina di castagne
400 ml di acqua
80 gr di uvetta
50 gr di pinoli sgusciati
30 gr di noci sgusciate
un grosso pizzico di sale
q.b olio extravergine d'oliva
q.b. rosmarino






Rispetto alla ricetta vecchia ho cambiato un pò le dosi e i tempi di cottura.

- Mettere l'uvetta in ammollo in acqua tiepida per circa mezz'ora.

- In una ciotola mettere la farina di castagne e il sale precedentemente setacciati.

- Aggiungere gradatamente l'acqua e con l'aiuto delle fruste elettriche mescolare il tutto fino ad ottenere una pastella non troppo liquida... in questa fase regolarsi con l'acqua : in base al tipo di farina può volercene di più o di meno. L'impasto deve essere cremoso.. diciamo che se lo tirate su con un cucchiaio deve "scrivere".

- Unire i pinoli, le noci fatte a pezzetti e l'uvetta ben strizzata dall'acqua.
ATTENZIONE! Ricordarsi di tenerne una parte per decorare la superficie.

- Ungere la teglia con abbondante olio e versare al suo interno l'impasto.

- Cospargere la superficie con l'uvetta, i pinoli e le noci tenute da parte... se vi piace aggiungete anche qualche pezzetto di rosmarino fresco ben lavato e passate su tutto con un filo d'olio.

- Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 40 minuti circa... vi accorgerete che il castagnaccio sarà quasi pronto quando la superficie si inizierà a crepare... attenzione a non farlo diventare troppo secco!




7 commenti:

  1. Bella questa versione con noci e uvetta, non la conoscevo...e, in realtà, non per inimicarmi una pisana, ma il castagnaccio è per me legato al ricordo di gite scolastiche a Lucca...in una versione molto basica, solo con il rosmarino (che in Piemonte non si usa)...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao! in realtà non sono per niente pisana perché ci studio solo. A La Spezia (dove sono nata e vivo) il castagnaccio è molto ricco sia di uvetta che di pinoli quindi mi farebbe un pò strano senza niente (anche se dev'essere buono ugualmente).. sinceramente a Pisa non l'ho neanche mai assaggiato! :D

      Elimina
  2. ciao
    vorrei provare anche io a fare il castagnaccio e sarebbe la prima volta per me... con le noci che io adoro, è senz'altro un'ottima versione!!!
    a presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. prova a farlo! è davvero semplice, ma il risultato è grandioso!

      Elimina
  3. Ho fatto il castagnaccio anni fa. Io lo adoro, ma in casa lo faccio poco, perché i miei non gradiscono il gusto :( Però mi segno la tua ricetta, magari li convinco ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fallo bello ricco e vedrai che non potranno fare a meno di mangiarne un pezzettino! :)

      Elimina
  4. mai assaggiato con le noci, proverò, un abbraccio SILVIA

    RispondiElimina

Ciao! Grazie di essere passato/a di qui.. sarò felice di ricambiare la tua visita.