martedì 11 settembre 2012

Pane con pasta madre

Ebbene si... sono entrata anch'io nel circolo della pasta madre.

Dopo mesi... si mesi.. saltuariamente, ma mesi.. di studio su un numero infinito di siti internet, ho deciso di dare vita alla mia pasta madre.. mi sentivo pronta.. volevo avere anch'io la mia creaturina da allevare, però ho preferito farla nascere invece che riceverla da qualcuno e questo pane è in assoluto il primo esperimento che faccio.






Ingredienti :
250 gr di pasta madre rinfrescata la sera prima
600 gr di farina 0
320 gr di acqua tiepida
20 gr di olio extravergine di oliva
1 cucchiaino di miele
2 cucchiaini di sale








Il pane.. tra un rinfresco e l'altro cercavo su internet una ricetta e un procedimento che mi convincesse (come se ci capissi qualcosa) e alla fine ho scelto questa cercando di seguire le varie fasi più o meno fedelmente visto che è la prima volta che uso la mia creaturina.
Usando la pasta madre al posto del lievito il procedimento non è dei più rapidi perché i tempi di lievitazione si allungano decisamente, ma credo che alla fine l'attesa venga ripagata.


- Mettere nella planetaria (o usare le manine, ma si sa che la comodità non ha prezzo... anzi ce l'ha eccome, ma per fortuna la comodità in questione mi è stata regalata) l'acqua tiepida + olio extra vergine d'oliva + miele + pasta acida e con il gancio montato mescolare a bassa velocità fino a scioglimento della pasta madre.

- Aggiungere gradatamente la farina e fare incordare l'impasto ad una velocità sostenuta.. l'impasto dovrà risultare liscio ed omogeneo e si dovrà staccare bene dalle pareti della ciotola.

- Aggiungere il sale e continuare ad impastare per 5-10 minuti.

- Mettere l'impasto in una ciotola e coprire con un canovaccio pulito umido. Mettere la ciotola nel forno spento con un pentolino di acqua calda (ma non troppo) sul fondo del forno e lasciare lievitare fino a che il volume dell'impasto sarà raddoppiato.. a me sono servite 4-5 ore circa.




- Passato il tempo necessario alla prima lievitazione prendere l'impasto delicatamente e adagiarlo su una spianatoia.
Premere delicatamente fino a formare un rettangolo ed eseguire le pieghe come nell'immagine che ho creato per cercare di spiegare meglio il procedimento.





- Adagiare ora l'impasto sopra una teglia ricoperta di carta da forno e praticare un'incisione profonda 2-3 mm lungo tutto il filone e mettere nel forno spento (questa volta il canovaccio umido non serve) con il pentolino di acqua calda sul fondo e far lievitare per 3-4 ore circa.

- Togliere la teglia dal forno e trasferire in un luogo caldo, lontano da correnti, il tempo necessario per portare il forno alla temperatura giusta.

- Infornare delicatamente e cuocere nel forno caldo ventilato a 220°C per 30 minuti tenendo un pentolino d'acqua sul fondo del forno (attenzione che non abbiano parti in plastica o queste si fonderanno magicamente.. emh..).

- Per controllare la cottura sollevare il filone di pane e "bussare" sul fondo.. se suona vuoto è cotto!






La mia pasta madre (perché secondo me è femmina) è nata il 24 luglio 2012 ... guardando bene l'immagine.. non sembra un panetto di pasta quello avvolto nel lenzuolino rosa?   ^_^

1 commento:

  1. la pasta madre è femmina perchè è sensuale, malleabile, intelligentemente pronta ad ogni esperimento ma va rinfrescata altrimenti ti abbandona.... Per essere il primo esperimento è venuto veramente bene, alto e con i buchini, mi piace molto! grazie per essere passata dal mio blog!!!

    RispondiElimina

Ciao! Grazie di essere passato/a di qui.. sarò felice di ricambiare la tua visita.