giovedì 8 marzo 2012

Daifuku

Non mi sono data solo ai dolci giapponesi.. ho cercato solo altri modi per smaltire l'Anko provando qualcosa di diverso dai Dorayaki che mi sono piaciuti moltissimo!
Ecco i Daifuku!
Wikipedia dice : "....significa letteralmente “grande fortuna” ed è un dolce giapponese composto da un piccolo mochi (dolce di riso glutinoso) farcito di ripieno dolce, di solito “anko”, pasta di fagioli rossi dolcificata a base di fagioli rossi azuki...."
Pensavo che trovare la farina glutinosa si sarebbe trasformata in un'impresa, invece dopo aver letto vari forum sono andata in un negozio di alimentari indiano e l'ho trovata senza problemi, scoprendo tante altre cose buone tutte da provare!!!




Ingredienti :
1 tazza di farina di riso glutinoso
1 tazza d'acqua
2 cucchiai colmi di zucchero
amido di mais q.b.


anko (marmellata di azuki) q.b.






- Mescolare in un pentolino la farina con lo zucchero e l'acqua mescolando bene senza formare grumi.

- Accendere il fuoco e mescolare fino ad ottenere un impasto compatto e duro di consistenza gelatinosa.

- Togliere dal fuoco, sporcarsi le mani con l'amido di mais e prendere un cucchiaio di composto.

- Mettere il composto in una mano (è caldo quindi attenzione a non bruciarsi, ma avendo la mano sporca di amido non dovrebbe esserci contatto.. si riesce a lavorare senza problemi) e schiacciarlo.

- Mettere al centro della "frittella" un cucchiaino di Anko (o marmellata o nutella o frutta fresca) e chiudere a fagottino cercando poi di dare una forma sferica al dolcetto facendolo ruotare tra le due mani (proprio come si fa con le polpette).

- Assicurarsi che siano ben impanati nell'amido altrimenti si appicicheranno tra loro.


Di aspetto non sono tanto belli perché sono delle semplicissime palline bianche, infatti sempre wikipedia dice "...È considerato il più brutto di tutti gli Wagashi  e per questo chiamato “cacca di orso polare”. Più tardi il nome fu cambiato in Daifuku mochi (dolce di riso dalla grande pancia). Essendo poi la pronuncia di “pancia” e “fortuna” la stessa in giapponese Fuku, il nome fu cambiato successivamente in Daifuku mochi con il significato di “dolce di riso della grande fortuna”, un portafortuna."


Gli Wagashi sono dolcetti tradizionali solitamente serviti con il tè e se cercate questa parola con Google troverete tantissime immagini di questi dolcetti meravigliosi.
Giusto per fare un pò di pubblicità gratuita, ho scoperto da pochi giorni questo delizioso blog... tutto dedicato a questi bellissimi dolcetti : Wagashi Stories


In conclusione se proprio devo dirla tutta... a me questi Daifuku non mi sono piaciuti molto.. troppo mollicci! Se avrete occasione di provarli a fare o li avete già preparati in passato... fatemi sapere le vostre impressioni.

1 commento:

  1. Grazie per essere passata nel mio blog! Non vedo l'ora di provare e seguire la ricetta e i tuoi consigli su i Dorayaki, motivo per cui ho scoperto il tuo blog ^_^

    RispondiElimina

Ciao! Grazie di essere passato/a di qui.. sarò felice di ricambiare la tua visita.