lunedì 31 dicembre 2012

Casetta di pan di zenzero e.... BUON ANNO!

Ok.. me ne rendo conto.. a dicembre ho praticamente sfornato solo pan di zenzero!
è rapidissimo da preparare... è buono da morire... e crea tantissima atmosfera natalizia.

In ogni caso non ho proprio avuto il tempo di fare niente.. infatti ho tantissime idee arretrate, ma recupererò di sicuro a gennaio! ^_^





Non lascio la ricetta perché potete trovarla sia qui che qui. Devo dire che mi sono divertita molto a progettare e realizzare la casetta, anche se mi sono resa conto che sono cose che non si possono fare in fretta e furia all'una di notte dopo una giornata massacrante, ma ne è valsa la pena... sono proprio soddisfatta della mia piccola casa biscottosa!!









E' il 31 dicembre... non mi è mai piaciuto festeggiare il capodanno.. c'è sempre un pò di malinconia.
Si tiranno le somme dell'anno passato e si va incontro ad un anno nuovo che chissà cosa ci riserva.
Per me il 2012 è stato un anno positivo, non mi piace lamentarmi. Ho avuto soddisfazioni universitarie.. familiari.. la mia dolce metà è sempre presente.. cos'altro posso desiderare?

Ovviamente non mi dimentico del mio piccolo angolino nell'immensità del web.. come potrei.. nel 2012 ho festeggiato il mio primo blog compleanno con un contest a cui avete partecipato con tantissimo entusiasmo e non vedo l'ora di farne un altro (devo aspettare l'ispirazione).. quindi spero proprio che il 2013 mi porti almeno almeno quello che mi ha dato l'anno che se ne va...


Ora vado a Pisa dagli amici per festeggiare brindare all'anno nuovo..


..quindi non mi resta che ringraziarvi per l'anno passato virtualmente insieme

e augurarvi un 2013 pieno di cose belle, ma soprattutto buone da mangiare! ^_^





sabato 15 dicembre 2012

Biscottini di pan di zenzero

Ho un esame a breve. Per questo sono assente dal blog e dai miei consueti giri nei blog preferiti. Cercherò di recuperare... intanto continuo a salvarmi miliardi di link nei preferiti!
La prossima settimana abbiamo una cena tra amici per farci gli auguri e scambiarci i regali. L'anno scorso avevo fatto ad ognuno di loro un omino di pan di zenzero. Quest'anno ho pochissimo tempo a disposizione, ma ero tormentata all'idea di non fargli niente di buono, così ho preso pari pari la ricetta del pan di zenzero dell'anno scorso (senza modificarne una virgola perché secondo me è ottima) e ho preparato dei sacchettini con dentro dei piccoli biscottini.. natalizi ovviamente!

Come formine ho usato un kit di 9 pezzi a tema natalizio che ho comprato lo scorso anno. ma ovviamente va bene ogni tipo di stampino.. come dimensioni variano da 2cm a 6cm.

Con queste dosi mi sono venuti 222 biscotti! 
Sono pazza. ma fino ad un certo punto.. li ho contati per suddividerli nei vari sacchetti!


Ingredienti per il pan di zenzero :

350 gr di farina 00
150 gr di burro
100 gr di zucchero semolato
60 gr di zucchero di canna
1 uovo
2 cucchiaini di cannella
2 cucchiaini di zenzero
1/4 di cucchiaino di noce moscata
1/2 cucchiaino di chiodi di garofano
 in polvere
2 cucchiai di miele
1 pizzico di sale
1 cucchiaino di lievito per dolci




- Setacciare insieme la farina, il lievito per dolci, il pizzico di sale, lo zucchero semolato e lo zucchero di canna.

- Aggiungere le spezie e mescolare bene per distribuire uniformemente il tutto.

- Agigungere l'uovo e il miele e con una forchetta (o cucchiaio) mescolare fino a rendere il composto grumoso.

- Unire il burro tagliato a pezzetti e impastare il composto con le mani fino ad ottenere un impasto liscio ed omogeneo (il procedimento è uguale a quello per la pasta frolla).
Avvolgere nella pellicola trasparente e lasciare riposare in frigo per almeno 2 ore.

- Una volta tolto dal frigo stendere l'impasto con l'aiuto di un mattarello fino ad uno spessore di 4 mm circa.
Consiglio di lasciare in frigorifero la parte di impasto che non si usa nell'immediato perché tende ad ammorbidirsi rapidamente e c'è il rischio che una volta in forno non tenga la forma che gli è stata data.

- Distribuire i biscotti su una teglia ricoperta di carta da forno.

- Cuocere in forno ventilato precedentemente riscaldato a 180° per 9 minuti circa.. ovviamente il tempo dipende dalla dimensione del biscotto (l'omino di pan di zenzero l'anno scorso l'avevo cotto per 12-15 minuti)



Questi sono i biscottini confezionati






Partecipo al contest del blog Nella mia cucina



venerdì 7 dicembre 2012

Torta caprese

Torta caprese di Luca Montersino... quando cerco un dolce un pò diverso dai soliti ormai collaudati vado direttamente a cercare tra le sue ricette e trovo SEMPRE qualcosa che fa al caso mio!
Sinceramente non ho mai assaggiato questa torta e non la conoscevo, ma mi sono affidata a lui e all'aspetto che aveva nella foto del libro.. avevo bisogno di una torta da preparare in poco tempo, ma gustosa e d'effetto.. questa mi sembrava perfetta.
Ho rispettato fedelmente dosi e procedimento. Se volete una spiegazione ancora più chiara, la video ricetta di Luca Montersino sul sito di AliceTv potete vederla qui.


Ingredienti (tortiera da 18 cm)

225 gr di farina di mandorle
25 gr di cacao amaro in polvere

150 gr di burro
115 gr di zucchero a velo
120 gr di uova intere
20 grammi di tuorlo (uno)

30 gr di albumi (uno)
40 gr di zucchero semolato

30 gr di mandorle a lamelle



- Rendere il burro in pomata. Potete tirarlo fuori dal frigo un paio d'ore prima oppure aiutarvi con il microonde.. la consistenza è importantissima per farlo montare.

- Mettere il burro nella planeteria o in una ciotola e farlo montare assieme allo zucchero a velo.

- Quando la montata di burro e zucchero avrà incorporato abbastanza aria, aggiungete le uova poco alla volta.. prima di continuare ad aggiungerle assicuratevi che la parte prima sia stata completamente assorbita.

- Una volta che avrete ottenuto un composto ben areato, potete aggiungere il cacao amaro setacciato (perché sono sempre presenti dei grumi) e con l'aiuto di una spatola amalgamate bene.

- Aggiungere ora anche la farina di mandorle in due o tre volte fino a completo assorbimento.

- In un'altra ciotola montate l'albume con lo zucchero semolato.

- Incorporare l'albume montato a neve al composto e mescolare delicatamente dal basso verso l'alto, con l'aiuto di una spatola, fino ad ottenere un impasto omogeneo e cremoso.

- Spennellare la tortiera con l'olio (io ho usato quello di semi di arachide ma penso vada bene di qualsiasi tipo) e disporre sul fondo le mandorle a lamelle.

-  Versare l'impasto in una sac à poche con una bocchetta larga liscia e disporre l'impasto sul fondo di mandorle facendo una spirale partendo dal centro e proseguire fino ad usarlo tutto.
Volendo l'impasto si può versare nella tortiera anche a cucchiaiate ma con l'uso della sac à poche, oltre ad ottenere una distribuzione più precisa non si corre il rischio che le mandorle si spostino di qua e di là andando così a compromettere l'aspetto finale del dolce.

- Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 40 minuti circa.. fate la prova steccchino e attenzione a non cuocerlo troppo perché l'interno deve rimanere umido.

- Lasciate raffreddare il dolce per circa mezz'ora dentro la tortiera e poi, una volta freddo, potete capovolgerlo sul vassoio.


Avrete così un dolce soffice e umido con la superficie formata da uno strato di mandorle croccanti!

Che dire.. seguite Montersino alla lettera e il risultato è garantito!!





Partecipo al giveaway
de La banda dei broccoli




sabato 1 dicembre 2012

Vincitore contest Book&Cook

Eccoci finalmente!!!

Prima di tutto.. del vincitore.. del pdf... ecc..ecc... ci tenevo veramente tantissimo a ringraziare TUTTI TUTTI TUTTI quelli che hanno partecipato al contest. Io mi sono divertita e mi ha fatto davvero piacere che il tema sia piaciuto così tanto... credo che leggere sia una delle cose più belle che esistano perché a volte nient'altro è in grado di regalare certe emozioni.

A parte i numerosi impegni, ci abbiamo messo molto tempo a trovare una ricetta che mettesse tutti d'accordo... diciamo che inizialmente la vincitrice non l'aveva scelta nessuno, ma ritrovandoci tutti e tre insieme, non trovando un accordo, ci siamo rimessi a guardare un pò le nostre classifiche e abbiamo notato che per ognuno di noi la ricetta che l'attuale vincitrice era lì subito dietro al primo scelto che faceva capolino.

Abbiamo riletto il post.. e in un secondo ci siamo trovati d'accordo nel decidere che la vincitrice del mio primo contest Book&Cook doveva essere......

....Claudia.... con i suoi MUFFIN ALCOLICI AL BAILEYS E CUORE DI CIOCCOLATO!
[Congratulazioni!! Mandami i tuoi dati per poterti inviare il premio (un grembiule con presine coordinate pieno di farfalle blu) all'indirizzo mail :   erhcpe@yahoo.it]





"oggi Manuela è di buon umore...scarta con vivacità un cestino saturo di pasticcini ancora orlati dalle corolle bianche in cui sono stati cotti..."

 "L'eleganza del riccio" di Mauriel Barbery.








Claudia scrive nel suo post : La protagonista è una portinaia qualunque, che fa di tutto per non disconfermare lo stereotipo borghese della portinaia brutta, povera e di scarsa cultura, in realtà è una mente brillante e vorace, ama l'arte e la filosofia, legge di tutto di nascosto nella sua guardiola. La accomuna alla seconda protagonista, una preadolescente prossima al suicidio, uno fare cinico e disincantato, ironico e sprezzante.
Nel libro viene dato molto spazio alla sua amicizia con Manuela (donna delle pulizie molto più intuitiva e umana di molto ricchi per cui lavora) abilissima nel far dolci e dai gusti molto raffinati che si presenta nella guardiola all'ora del tè..
Nel libro gli incontri davanti a dei dolci appena scartati dall'amica sono molti, ma non sempre viene nominato un dolce in particolare, così anche questi muffin mi sembrano perfetti per l'ora del tè in rue de Grenelle.

Ci è piaciuto molto che Claudia, leggendo quelle due righe abbia pensato a questi muffin.. dal gusto decisamente particolare.. con questo cuore di cioccolato, li ha resi secondo noi, dei veri e propri "pasticcini".
Chiudendo gli occhi e immaginandoci di essere nella guardiola insieme alle due donne al momento dell'apertura del cesto... quei muffin ci stavano proprio bene.
Abbiamo naturalmente apprezzato l'uso dei pirottini bianchi che immediatamente ti ricordano la frase "orlati dalle corolle bianche in cui sono stati cotti".

La foto ci ha conquistati! Oltre a farci godere da distante della bontà di questi muffin... il fatto che si intraveda il tavolo con scatole e bottiglia ci è sembrato proprio che Manuela (donna delle pulizie) fosse appena arrivata nella guardiola.. che avesse spostato in fretta e furia le cose dal tavolo mentre l'amica (la portinaia) era intenta a preparare due tazze fumanti di the... e fossero pronte a godersi quei momenti tutti loro.

Ok probabilmente abbiamo esagerato con la fantasia, ma questo è tutto quello che Claudia ci ha trasmesso.... grazie!


-----------------------------------------------


Veniamo al resto!
Come promesso leggerò il libro "L'eleganza del riccio", che devo ammettere... l'avevo già letto appena uscito, ma non me lo ricordo benissimo, mi ricordo però che mi aveva emozionato molto... emozioni che rivivrò con piacere.  
Beh ovviamente non vedo l'ora di assaggiare questi goduriosi muffin!!!!!

Come anticipato nel post precedente ho realizzato un PDF con tutte le ricette partecipanti. Potete vederlo cliccando sul banner del contest qui sotto oppure, in modo che sia sempre disponibile per tutti in modo rapido, sul banner nella colonna di destra (per capirci bene quello che prima rimandava al post del contest).



Spero che il PDF vi piaccia... Se avete problemi nella visualizzazione fatemelo sapere.


Grazie.....




giovedì 29 novembre 2012

Muffin marmorizzati con latticello

Buongiornoooooooo!
come ho già detto tante volte... è sempre un buon giorno se si inizia mangiando un muffin! *_*
Ammetto che questo è stato un vero e proprio esperimento, ma ammetto anche che è riuscito molto bene.. volevo usare un pò di latticello perché ho ancora tante buste che tra qualche mese scadono (io uso questo in polvere della Naturei) e morivo dalla voglia di usare uno degli aromi che mi ha mandato l'azienda FlavourArt.. così ho messo l'aroma al biscotto nella parte chiara e il cacao amaro per la parte scura. Il latticello è proprio speciale.. rende l'impasto sofficissimo!



Ingredienti per 12 muffin

250 gr di farina 00 Molino Chiavazza
140 gr di zucchero di canna
80 ml di olio di semi di arachide
250 ml di latticello
1 uovo
bustina di lievito per dolci S.Martino
q.b. cacao amaro in polvere
un pizzico di sale

20 gocce di aroma biscotto FlavourArt






Come da "regolamento" per la preparazione dei muffin :

- In una ciotola mettere tutti gli ingredienti secchi : farina + lievito setacciati, zucchero di canna e il pizzico di sale.

- In un altra ciotola mettere tutti gli ingredienti liquidi : olio di semi, l'uovo e il latticello (io ho sciolto una bustina in 250ml di acqua) e sbattere, non montare, con una forchetta per far amalgamare l'uovo al resto.

- Versare gli ingredienti liquidi su quelli secchi e con una spatola (o con le fruste elettriche se volete fare prima) mescolare bene tutto il composto fino ad ottenere una crema liscia ed omogenea.

- Separare l'impasto in due parti. Per la proporzione decidete voi se volete più impasto chiaro o impasto scuro o dividetelo a metà così avete risolto il problema! ^_^

- Nell'impasto chiaro mettere l'aroma che preferite. Io ho scelto di usare quello al biscotto in gocce, ma si può usare la buccia del limone grattugiata, la vaniglia, la vanillina...

- Nell'altra parte di impasto mettete il cacao amaro.. ho messo q.b. perché dipende molto da quanto uno lo vuole "cioccolatoso".. io ho messo 2 cucchiai di cacao amaro in polvere setacciato ed è venuto moooolto cioccolatoso.

- Versate nei pirottini, aiutandovi con un cucchiaio, l'impasto chiaro.

- Colateci sopra l'impasto al cioccolato. Ovviamente entrambi gli impasti vanno divisi per i 12 muffin.

- Prendete una forchetta, infilatela con le punte nell'impasto dentro il pirottino e fate dei movimenti a spirale... questo servirà a dare l'effetto "marmorizzato" (come nella ciambella!).

- Cuocete nel forno caldo ventilato a 180° per 20-25 minuti... controllate con lo stecchino e se vi saranno venuti degli ottimi muffin ve ne accorgerete anche dalla superficie... che si sarà crepata.





lunedì 26 novembre 2012

Castagnaccio con le noci

L'anno scorso avevo fatto il castagnaccio in modo tradizionale (lo potete vedere qui) solo con uvetta e pinoli... ma girando nel web ho visto che in realtà ci sono delle varianti.. c'è chi usa il latte al posto dell'acqua (???) e chi arricchisce il tutto con frutta secca di vario tipo.
Avendo pochi pinoli ho deciso di provare ad arricchire il mio castagnaccio con qualche noce...
ah! ovviamente l'uvetta e i pinoli io li metto anche nell'impasto, non solo sulla superficie come decorazione.. sennò che gusto c'è? ^_^




Ingredienti
(per una teglia di 21x28 cm)

250 gr di farina di castagne
400 ml di acqua
80 gr di uvetta
50 gr di pinoli sgusciati
30 gr di noci sgusciate
un grosso pizzico di sale
q.b olio extravergine d'oliva
q.b. rosmarino






Rispetto alla ricetta vecchia ho cambiato un pò le dosi e i tempi di cottura.

- Mettere l'uvetta in ammollo in acqua tiepida per circa mezz'ora.

- In una ciotola mettere la farina di castagne e il sale precedentemente setacciati.

- Aggiungere gradatamente l'acqua e con l'aiuto delle fruste elettriche mescolare il tutto fino ad ottenere una pastella non troppo liquida... in questa fase regolarsi con l'acqua : in base al tipo di farina può volercene di più o di meno. L'impasto deve essere cremoso.. diciamo che se lo tirate su con un cucchiaio deve "scrivere".

- Unire i pinoli, le noci fatte a pezzetti e l'uvetta ben strizzata dall'acqua.
ATTENZIONE! Ricordarsi di tenerne una parte per decorare la superficie.

- Ungere la teglia con abbondante olio e versare al suo interno l'impasto.

- Cospargere la superficie con l'uvetta, i pinoli e le noci tenute da parte... se vi piace aggiungete anche qualche pezzetto di rosmarino fresco ben lavato e passate su tutto con un filo d'olio.

- Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 40 minuti circa... vi accorgerete che il castagnaccio sarà quasi pronto quando la superficie si inizierà a crepare... attenzione a non farlo diventare troppo secco!




mercoledì 21 novembre 2012

Hosomaki

La prima volta che ho mangiato sushi non mi ricordo a quando risale.. forse ad un paio d'anni fa.
Non so perché non mi era mai capitato di assaggiarlo.. beh.. fatto sta che da quel momento non ho più smesso, nonostante il prezzo abbastanza elevato di una sushi-cena al ristorante non mi permetta di mangiarlo tutte le volte che vorrei.

Avrò pensato mille volte che sarebbe stato moooolto bello poterselo fare in casa, con ingredienti sicuramente più freschi e scelti di quelli che ti danno al ristorante, ma non so perché tutte le volte c'era qualcosa che mi demotivava, forse il fatto che a primo impatto le cose necessarie al supermercato sembrano costare molto o forse il fatto che in casa basta dire la parola sushi e tutti iniziano a dire "bleah" .. "io non mangio pesce crudo" ... "oddio quelle alghe" ... ecc ecc... ma un giorno riuscirò a farglielo assaggiare, con il cibo cinese ci sono riuscita (giusto un paio di volte).

Grazie alla mia nuova coinquilina che ha lanciato l'idea (avendolo lei già preparato in passato) di fare una cena casalinga a base di sushi... ho realizzato i miei primi rotolini d'alga tutti home made.
Lei che è vegetariana si è occupata dei rotoli con l'avocado, invece io mi sono dedicata allo sfilettamento del pesce.

Tutte le volte che vado a mangiare sushi, mi metto lì e provo a ricordarmi tutte i vari tipi come si chiamano.. risultato? tutte le volte sono punto e a capo.
Quelli che abbiamo preparato noi dovrebbero essere gli HOSOMAKI perché all'interno contengono un solo ingrediente a differenze dei FUTOMAKI che contengono due-tre ripieni diversi.



Ingredienti :

Alghe nori
Riso per sushi
Avocado maturo
Filetto di tonno fresco
Filetto di salmone fresco


Condimenti :

salsa di soia
wasabi in pasta





Le foto non sono un granché perché come ho già detto forse altre volte... a Pisa vengono tutte sul giallo! Ho cercato di farle il meglio possibile per far capire bene tutti i vari passaggi.

- La prima cosa da fare, con almeno un'ora di anticipo, è cuocere il riso.
Noi abbiamo usato quello Arnaboldi ed era molto buono. Per prepararlo bisogna seguire le istruzioni presenti sulla confezione : "Versa in una casseruola (del diametro di circa 24-26 cm) 625 ml di acqua, e il riso. Copri la pentola e cuoci a fuoco medio fino a che l\'acqua non inizia a bollire. Quando bolle abbassa la fiamma e prosegui la cottura per 15 minuti fino a completo riassorbimento dell\'acqua. Mantieni sempre la pentola coperta durante la cottura del riso. A fine cottura puoi aggiungere, prima di toglierlo dal fuoco, 1 bicchierino di sakè per dare al riso un particolare profumo. Copri il riso con un panno e lascialo raffreddare quindi aggiungi 2 cucchiai di aceto e 2 cucchiaini di zucchero e mescolalo delicatamente. A questo punto la base di riso per il sushi è pronta."


- Sfilettare il pesce (noi abbiamo scelto tonno e salmone) e tagliarlo a striscioline larghe circa 1 cm e lunghe in base al pezzo che state tagliando.. tanto poi si potranno sovrapporre senza alcun problema. Se si usa l'avocado è meglio tagliarlo lì per lì quando si mette sul riso, altrimenti annerisce subito.



- A questo punto prendere un foglio di alga (anche in questo caso abbiamo scelto quelle Arnaboldi) e noterete subito che ci sono delle righe incise.. ecco... giratelo in modo che queste siano poi nel verso dell'arrotolamento, cioè orizzontalmente di fronte a voi.
Prendere con le mani inumidite un pochino di riso e "spalmarlo" sul foglio d'alga.. spalmarlo nel senso che dovrà essere ben distribuito e dovrà formare uno strato sottilissimo; ricordarsi che è necessario lasciare una striscia di alga di circa 1 cm libera dal riso... permetterà di sigillare il rotolo! Mettere sul lato opposto allo spazio lasciato vuoto pezzi dell'ingrediente scelto (tonno o salmone o avocado) per tutta la lunghezza dell'alga.

- Inumidirsi la punta delle dita ed iniziare ad arrotolare l'alga partendo da dove abbiamo messo il ripieno. E' importante stringere mentre si arrotola, così alla fine sarà tutto molto compatto e il taglio sarà semplicissimo.
Quando si arriva alla fine... inumidire bene bene la striscia d'alga libera dal riso e chiudere il rotolo.
Adagiare i rotoli su un piatto via via che si fanno, lasciando sotto la chiusura in modo che si sigillino ulteriormente.















- A questo punto non vi resta che prendere un rotolo e con un coltello ben affilato tagliarlo a fette spesse circa 3cm... considerate che per ogni foglio di alga dovrebbero venire 6 pezzi di hosomaki.

- Mettetere tutti gli hosomaki su un vassoio mescolando i colori.
Non dimenticarsi di riempire delle ciotoline con la salsa di soia e di mettere a disposizione della pasta wasabi per i più coraggiosi!




Spero di aver spiegato bene i vari passaggi... sembra che ci voglia esperienza e tanto tempo, ma in realtà è davvero semplice.

Per darvi un'idea del costo, noi abbiamo speso 20 euro (comprando tutto) sfamando 7 persone e mangiando solo questo per cena. Sono venuti fuori davvero tantissimi hosomaki! *_*




lunedì 19 novembre 2012

Book & Cook... contest chiuso!


Buongiorno!!!

Dopo quasi due mesi, ieri alle 23.59 si è chiuso Book&Cook che devo ammettere mi ha dato davvero tantissime soddisfazioni, perché il tema mi piaceva molto e speravo davvero che riuscisse ad appassionare anche voi...

...non avrei mai pensato di ricevere così tante partecipazioni... in tutto ho ricevuto 50 ricette... GRAZIE!



Adesso cosa succede???

- ognuno dei giudici creerà una classifica personale basandosi su diversi aspetti che vanno dalla composizione e presentazione del piatto, alla fedeltà o creatività rispetto a quanto letto nel romanzo (o poesia o racconto o favola o fumetto).. poi ci diremo il nome della nostra ricetta preferita e metteremo le tre ricette scelte di nuovo ai voti... penso che per il risultato ci vorrà almeno una settimana!

- volevo mettere la foto del premio ma viene sempre malissimo. Ho scelto un grembiule coordinato alle presine sui toni del blu/azzurro con tante carinissime farfalle... chiederò poi alla vincitrice di farci una foto che io poi inserirò nel post.

- realizzerò un pdf con tutte le ricette partecipanti. Ovviamente la raccolta sarà sempre consultabile dalla pagina principale del mio blog! Mi resta da capire come inserire un pdf online! ^_^

- leggerò il romanzo (o poesia o racconto o favola o fumetto) della ricetta vincitrice e proverò a realizzarla anch'io.. ovviamente dedicandogli un post.



Beh... non mi resta che augurare buona fortuna a tutti!!!





lunedì 12 novembre 2012

Krumiri di riso

Si è capito che Luca Montersino è una delle mie grandi passioni?
Dopo tanto tempo, quando lo guardo rimango ancora incantata ad osservare la calma e la precisione che mette nel realizzare tutto quello che fa..

I krumiri... non so perché, ma da bambina mi facevano ridere... chissà cosa mi passava per la testa! ^_^    ora che non mi fanno più ridere.. mi limito a mangiarli!

Se non si era capito, la ricetta (non la spiegazione del procedimento che è scritta a mio modo) è di Luca Montersino presa dal libro "Croissant e biscotti"... la farina di riso dona ai krumiri una consistenza molto particolare. I miei non sono venuti molto "cilindrici", ma piuttosto piatti... vi assicuro che il sapore non ne ha risentito!




Ingredienti
(io rispetto al libro ho fatto mezza dose)

152 gr di burro
170 gr di zucchero a velo
15 gr di miele di castagno
20 gr di uova
11 gr di tuorli
100 gr di latte intero fresco
437 gr di farina di riso
3,8 gr di lievito per dolci






- In una ciotola, usando le fruste elettriche o la planetaria, lavorare il burro con lo zucchero a velo e il miele.

- Aggiungere i tuorli precedentemente uniti alle uova intere e al latte freddo continuando a mescolare

- Unire poi il sale e il lievito in polvere.

- Incorporare infine la farina di riso gradatamente e amalgamare bene il tutto.

- Mettere l'impasto in una sac à poche con la bocchetta stellata/dentellata.

- Foderare una teglia di carta da forno e creare delle strisce di impasto lunghe 5-6 cm.

- Cuocere in forno caldo ventilato a 180° per 12 - 15 minuti circa.



mercoledì 7 novembre 2012

Tortini zucca e nocciole

La zucca ...... penso sia una situazione comune a molti avere in questo periodo zucca su zucca da smaltire e sinceramente ho provato a dare un freno a mia nonna che altrimenti tutti i giorni farebbe il risotto alla zucca.. che è buonissimo eh... ma tutti i giorni no!

Ecco un'alternativa dolce per la fase "smaltimento zucca" ... tortini che poi in realtà hanno un impasto simile ai muffin.. arricchiti dalla croccantezza della granella di nocciole che li rende leggermente più saporiti avendo la zucca un sapore molto delicato, anche se è vero (come dice la mia dolce metà) che quando metti le nocciole da qualche parte.. poi tutto sa di nocciole! ^_^




Ingredienti per 12 tortini

90 gr di zucchero semolato
200 gr di polpa di zucca
50 gr di burro
1 uovo
3 cucchiai di granella di nocciole
q.b. granella di nocciole per decorare







- Mettere la zucca pulita (da semi e buccia) tagliata a pezzi in un pentolino pieno d'acqua e far cuocere per circa 20 minuti... fino a che non sarà diventata tenera.

- Una volta cotta, scolarla e ancora calda metterla in un bicchiere e ridurla in polpa con il frullatore ad immersione, fino ad ottenere una crema perfettamente liscia. 
Tenere da parte mentre si raffredda.

- In una ciotola sbattere, con l'aiuto delle fruste elettriche, l'uovo con lo zucchero fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

- Unire il burro fuso e la polpa di zucca (ormai tiepida) e mescolare bene.

- Aggiungere gradatamente, mescolando delicatamente dal basso verso l'alto per non far smontare il tutto, la farina setacciata con il lievito e la granella di nocciole... amalgamare bene.

- In una teglia da muffin, disporre i pirottini di carta e riempirli con l'impasto per metà.. cospargere poi la superficie con altra granella di nocciole.. oppure con granella di zucchero.

- Cuocere nel forno caldo ventilato a 180° per 25-30 minuti circa... verificare sempre l'avvenuta cottura con lo stecchino!






Con questa ricetta partecipo al contest di Una fetta di paradiso




a quello di Staffetta in cucina




e infine a quello di Essenza in cucina





sabato 3 novembre 2012

Budino cioccolato fondente e arancia

Sapevo che non avrei resistito molto.. ma non riuscivo a guardare quella scatola piena di cose buone da preparare che mi guardavano dicendo "scegli me!" "scegli me!" ... per chi non avesse letto il post di qualche giorno fa sto parlando del pacco di inizio collaborazione che mi è arrivato dalla S.Martino.
Beh alla fine la meglio l'ha avuta il PREPARATO PER BUDINO AL CIOCCOLATO CON SUCCO D'ARANCIA... a questo abbinamento di sapori proprio non so resistere.






Ingredienti per 4 porzioni (1 busta) :

1 preparato per budino al cioccolato e arancia S.Martino
3 cucchiai di zucchero semolato
500 ml di latte intero


stampo a rose - Silikomart







La preparazione è semplicissima :

- versare il contenuto di una busta (perché nella confezione ce ne sono due) in una casseruola insieme allo zucchero semolato.

- aggiungere gradatamente il latte mescolando continuamente per evitare la formazione di grumi.

- accendere il fuoco e far bollire per circa 3 minuti mescolando continuamente.

- versare in uno stampo unico o in più stampini (io ho usato lo stampo a rose della Silikomart) inumiditi con acqua.

- lasciare raffreddare completamente prima di capovolgerlo sul piattino.... può essere servito anche tiepido.

- conservare in frigorifero fino al consumo.


Sinceramente non ricordo se avevo già provato questo preparato in particolare, però posso dirvi che non mi ricordavo che il budino fatto con il cioccolato fondente 70% fosse così gustoso e se poi ci si unisce il sapore delicato, ma inconfondibile del succo d'arancia.... beh... il risultato è un dessert con i fiocchi, che preparato in pochissimi minuti è in grado di far fare un figurone a chiunque (anche ai meno pratici in cucina), ma soprattutto se si tiene di scorta in casa, ti permette di portare in tavola un fine pasto per niente banale.

Ho voluto impreziosire il tutto usando questo stampo della Silikomart che a me piace moltissimo.


----------------







mercoledì 31 ottobre 2012

Dita della strega

Buongiorno!
Non ce la facevo più... ne ho viste così tante su internet che volevo farle a tutti i costi!
Non riuscivo a trovare una "scusa" per farle.. non ho bambini intorno.. e non sono abbastanza piccola... ma non importa no? beh.. quest'anno ho fatto anch'io le dita della strega cattiva! *_*

La ricetta è questa di Giallo Zafferano, ma io ho leggermente cambiato il procedimento.. in ogni caso riporto l'elenco degli ingredienti per comodità.


Ingredienti per 20 dita :

280 gr di farina 00 Molino Chiavazza
100 gr di zucchero a velo S.Martino
100 gr di burro
1 cucchiaino raso di lievito per dolci S.Martino
1 uovo
un pizzico di sale

20 mandorle pelate
marmellata chiara (pesca, albicocca,... )



- In una ciotola mettere la farina setacciata insieme allo zucchero a velo, al lievito in polvere e al pizzico di sale.

- Aggiungere l'uovo e il burro freddo di frigorifero tagliato a pezzetti.

- Impastare il tutto velocemente fino ad ottenere un impasto morbido, omogeneo e non appiccicoso.

- Formare 20 palline più o meno della stessa dimensione.

- Prendere una pallina.. farne un cilindretto e continuare ad arrotolare (come si fa per gli gnocchi) fino ad una lunghezza di circa 10-12 cm.

- Modellare leggermente la forma del dito e fare dei segnetti stondati (aiutandosi con un cucchiaino) per dare l'effetto delle pieghe della pelle sulle nocche.

- Prendere una mandorla. Sporcare uno dei due lati con la marmellata e poi premere sulla punta del cilindretto/dito per far aderire bene.

- Proseguire per tutti gli altri pezzi e disporli via via su una teglia coperta con carta da forno.

- Mettere la teglia con le dita a riposare in frigorifero per circa 30 minuti (intanto accendete il forno così quando le tirate fuori è già bello caldo).

- Cuocere in forno ventilato caldo per 20 - 25 minuti. Le dita dovranno essere pallide, ma le mandorle dovranno aver assunto un bel colore dorato.


Sono carinissime una volta cotte e fanno proprio impressione! ^_^

Se volete prepararle per stasera... siete ancora in tempo... si preparano in un attimo!!!




Buon Halloween





Partecipo al contest di Crema e panna





lunedì 29 ottobre 2012

Piatto unico : risotto - uovo - spinaci

Premetto che questo piatto non doveva avere questo aspetto! ^_^
Inizialmente era il pranzo che mi aveva preparato la mia dolce metà mentre ero a lezione all'università.. purtroppo per lui sono arrivata al momento dell' impiattamento...  vi dico solo che da quel momento si è dissociato totalmente dalla realizzazione di questo piatto... ahahahah!
Doveva essere tutto ben ordinato.. bastava che arrivassi 10 minuti dopo.. invece mi è preso un attimo di follia unito al fatto che mi è venuto in mente lì sul momento il contest di Alessia e non sono più riuscita a fermarmi...
.... questo piatto non farebbe felice qualsiasi bambino? secondo me sotto sotto anche i genitori...
A me ha fatto più che felice perché mi sono divertita tantissimo a comporlo!



La facciona è formata da :  occhi --> tortino di riso al formaggio
                                         sopracciglia/baffi/capelli --> spinaci
                                         bocca --> frittata


Ingredienti per 2 persone :

150 gr di riso arborio (o la qualità che preferite)
q.b. cipolla (o scalogno)
q.b. parmigiano grattugiato
q.b. parmigiano a pezzetti

q.b. spinaci surgelati

2 uova
q.b. sale e pepe


Preparazione

- Per il tortino di riso : cuocere il riso in acqua bollente.. scolarlo.. passarlo qualche minuto in padella dove avrete precedentemente fatto rosolare un pò di cipolla (o scalogno) con un filo d'olio... aggiungere il parmigiano grattugiato (che avrà la funzione di legante) e con un coppa pasta a cerchio creare 4 tortini uguali.

- Per quando riguarda gli spinaci, se usate quelli surgelati cuoceteli come indicato sulla confezione e se li volete meno bagnati fateli asciugare qualche minuto in padella.

- La frittata è fatta semplicemente sbattendo le uova con l'aggiunta di un pò di sale e pepe... e poi via in padella (una piccola). Con una frittatina otterrete due splendidi sorrisi!


Composizione del piatto

Beh.. potrei darvi qualsiasi indicazione a riguardo, ma la fantasia avrà comunque il sopravvento!
Come ho assemblato il tutto mi sembra ben spiegato dalla foto.
Ah! Ho voluto rendere più saporito il piatto mettendo sopra ogni tortino/occhio dei pezzettini di parmigiano che poi potranno essere mangiati con gli spinaci.

Avrete così un pranzo completo e sostanzioso!
Nulla vi vieta di prepararlo in versione adulta.. con una composizione tutta chic.... ma vi assicuro che non sarà la stessa cosa (anche se la mia dolce metà non la pensa così). ^_^





Ovviamente partecipo al contest di Alessia "Ogni riccio un capriccio"
che ha dato il via al mio momento di delirio



venerdì 26 ottobre 2012

Girelle con prosciutto, spinaci e mozzarella

Oggi un pò di salato.. girelle super veloci, ma altrettanto gustose che ho preparato qualche giorno fa a Pisa per un pranzo in compagnia.
Solamente quattro ingredienti e via ad arrotolare... c'è poco da fare, a me tutto quello che è arrotolato mette allegria e cattura subito la mia attenzione....
.... sarà che penso subito al rotolo con la nutella? ^_^






Ingredienti per 5 persone :

1 confezione di Spuntinelle maxi
5 fette di prosciutto cotto
2 mozzarelle
q.b. spinaci surgelati
q.b. olio e pepe








- Cuocere gli spinaci surgelati come indicato sulla confezione. Solitamente è necessario lessarli in acqua bollente con l'aggiunta di sale per 5-10 minuti e poi scolarli/strizzarli bene. Se li preferite molto asciutti fateli rosolare qualche minuto in padella per fargli perdere l'acqua in eccesso.

- Con l'aiuto di un mattarello o semplicemente premendo con le mani, assottigliare ogni fetta di pane morbido fino allo spessore di circa 2 mm.

- Disponete su ogni fetta di pane una fetta circa di prosciutto cotto.. fare in modo che tutta la superficie sia coperta.

- Sul prosciutto cotto distendete la quantità che preferite di spinaci, creando uno strato compatto ma non troppo spesso altrimenti poi sarà difficoltoso l'arrotolamento.

- Disporre sullo strato di spinaci la mozzarella tagliata a fettine sottilissime. Condirla con un filo d'olio e una spolverata di pepe.

- Arrotolare il tutto stringendo ad ogni giro per compattare l'interno.. lasciare liberi dalla farcitura gli ultimi 2cm di pane che saranno necessari per sigillare il rotolo.

- Lasciare compattare il tutto qualche minuto (se volete anche in frigorifero) e poi procedere al taglio con un coltello ben affilato.

- Io ho considerato un rotolo a testa visto che corrisponde a circa 6 fettine.




Con questa ricetta partecipo al contest di Rita del blog "Morti di fame"


condizione necessaria è che la ricetta abbia un costo massimo di 2,00 euro a persona
quindi ecco quanto è costata approssimativamente la mia spesa :

- 100 gr di prosciutto confezionato = 2,50 euro
- 2 mozzarelle = 0,50 x 2 = 1 euro
- 1 confezione Spuntinelle maxi = 1,80 euro
- 1 confezione di spinaci surgelati da 450 gr = 1,70 euro

totale = 7,00 euro (per 5 persone)

costo a persona = 1,40 euro




Partecipo anche al contest de La ginestra e il mare




giovedì 25 ottobre 2012

Collaborazione S.Martino

Natale in casa mia è arrivato con esattamente due mesi di anticipo!!!!
Non sono impazzita del tutto.. no no.. mi è finalmente arrivata la campionatura di inizio collaborazione con l'azienda S.Martino e tra poco vedrete quante meraviglie mi hanno mandato!

Una lunga tradizione nel settore della produzione dei preparati per dolci, che nel tempo si è arricchita di creazioni eccellenti che rendono i piatti ricchi di gusto e sapore. 


Oltre al famoso budino al cioccolato, le linee S.Martino propongono preparati per torte e dessert che conquistano i gusti di grandi e piccoli, preparati per torte senza zuccheri aggiunti, ideali per chi segue una dieta senza zucchero e nuovi preparati per torte e biscotti ricchi di fibre e ingredienti naturali (fonte).

S. Martino è attenta alle esigenze di ogni singolo consumatore, propone infatti all'interno della propria gamma prodotti senza glutine che possono essere consumati da persone celiache.

Nella linea per la pasticceria ci sono prodotti necessari per ottenere ottimi risultati nella preparazione di dolci, creme e dessert : i lieviti calibrati, la fecola di patate, l'amido di mais, la vanillina, lo zucchero a velo, crema pasticcera,....

Nella linea torte si trovano tutti i preparati per torte facili e genuine che in poco tempo portano in tavola tanta dolcezza e bontà. I preparati per torte da cuocere al forno racchiudono tutti ingredienti di prima qualità per la  preparazione di torte leggere, torte friabili, torte classiche e sfiziose che soddisfano il palato di grandi e piccoli.

Con i preparati S.Martino realizzare un dessert diventa semplice e veloce... chiunque diventa un vero pasticcere in pochissimi minuti e con risultati eccellenti.
Non mancano i preparati per cioccolata in tazza densa o se si preferisce più liquida, da gustare come merenda o a colazione.

La Collezione Oro nasce come linea di preparati per torte e dessert a base di cioccolato fondente al 70%, ma si arricchisce poi con il Dolce Belga, Crema Catalana, Tiramisù, Budino alla Vaniglia Bourbon e Cream Caramel al Cocco.

La linea "Gustati la vita" è la nuova ed esclusiva linea S. Martino dedicata a tutti coloro che vogliono seguire una dieta senza rinunciare al piacere di un dessert : preparati senza zucchero, con cereali e fibre e senza latte.

Hanno inoltre una gamma di prodotti destinati alla ristorazione sia per quanto riguarda la cucina che per la preparazione di dolci.

Credo che sia molto difficile trovare un'azienda così completa sotto tutti i punti di vista.

------------------------------- ------------------------------- ---------------------------------

Ed ecco cosa conteneva il pacco che mi è arrivato questa mattina... il tutto confezionato dentro una bellissima scatola di latta colorata di rosa e azzurro :




Siccome non sono sicura che dalla foto si capisca bene (ho avuto difficoltà a trovare un modo per farci stare tutte le confezioni) vi elenco tutto quello che la scatola conteneva :


- 1 prep. per Torta Margherita con yogurt
- 1 prep. per Torta Cioccolato fond. e Mandorle
- 1 prep. per Budino al Cioccolato (senza glutine)
- 1 prep. per Panna Cotta
- 1 prep. per Crème Caramel
- 1 prep. per Crema Catalana senza cottura
- 1 prep. per Tiramisù subito pronto
- 1 prep. per Budino alla Vaniglia Bourbon
- 1 prep. per Budino al Cioccolato fond e Arancia
- 1 prep. per Bevanda al Cioccolato fondente
- 1 prep. per OraCioc - cioccolata densa (senza glutine)
- 1 busta di lievito vanigliato per dolci da forno
- 1 busta di zucchero a velo
- 2 conf.dadi per brodo con il 5% di estratto di carne
- 1 ricettario S.Martino




Sono tantissime cose... tutte con un aspetto meraviglioso e soprattutto tutte da provare al più presto!!! Il dilemma è uno solo... con quale iniziare??


Sinceramente ho usato i prodotti S.Martino tante altre volte e li ritengo molto validi, altrimenti non avrei chiesto loro una collaborazione.
Credo che il loro punto forte, oltre alla qualità dei prodotti, sia la loro attenzione verso ogni tipologia di consumatore... riescono veramente, in un modo o nell'altro, ad accontentare tutti!


Spero di farvi venire l'acquolina in bocca usando i preparati S.Martino, ma se per caso ve l'ho fatta venire solamente parlandovi della loro azienda e facendovi vedere tutte le specialità che mi hanno inviato.... non vi resta che correre al supermercato e fare scorta!!



lunedì 22 ottobre 2012

Ciambellone di farro con mele e yogurt

Buon inizio settimana!
In questo periodo mi costa proprio taaanta fatica alzarmi da letto.. il lunedì soprattutto.. e far colazione con questo buon ciambellone potrebbe essere un buon espediente per saltare (non esageriamo) giù dal letto! ^_^

E' il momento dei dolci da colazione.. però ieri avevo finito la farina 00 così ho usato della farina di farro bio che mi era avanzata.. uova.. zucchero.. una mela e poco altro.. ed ecco pronto il dolce... è di una semplicità disarmante.

La forma non è granché (si è misteriosamente sgonfiato nonostante avessi aperto il forno a fine cottura) ma vi assicuro che profuma tantissimo.. è soffice.. ed è pure buono.... è proprio vero che la bellezza non è tutto!




 Ingredienti :

180 gr di farina di farro
175 gr di zucchero
100 gr di olio di semi di mais
2 vasetti di yogurt bianco dolce
1 bustina di lievito per dolci
2 uova
1 mela





- Con l'aiuto delle fruste elettriche, sbattere in una ciotola lo zucchero semolato con le uova fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

- Continuando a sbattere aggiungere a filo l'olio di semi.

- Incorporare gradatamente la farina setacciata insieme al lievito e continuare a mescolare.

- Unire lo yogurt bianco e mantenere sempre un impasto liscio ed omogeneo.

- Aggiungere infine la mela tagliata a fettine sottili sottili e dare un'ultima, rapida mescolata.

- Cuocere nel forno caldo ventilato a 180º per circa 40 minuti.... verificare la cottura con lo stecchino.



Si prepara in pochissimo tempo ed è un'ottima e sana colazione/merenda!




venerdì 19 ottobre 2012

Crocchette di patate con foglioline di menta

A Pisa non ho il forno.. quindi niente dolci.. ma almeno posso divertirmi a sperimentare un pò nel salato visto che solitamente la cucina è off limits!

Le crocchette di patate piacciono a tutti, questo è certo.
Sono gustose, croccanti e si possono fare in tantissimi modi diversi.
Questa è la mia proposta semplice e veloce... crocchette di patate con foglioline di menta!!  ^_^


Ingredienti per 15 crocchette :
(dosi per 3 persone)

500 - 600 gr di patate
1 uovo
3 cucchiai di parmigiano grattugiato
10-12 foglioline di menta fresca
q.b. sale e pepe
q.b. noce moscata


Ingredienti per l'impanatura :
1 uovo
q.b. pan grattato
(abbondante olio di semi per la cottura)




- Mettere le patate con la buccia in una pentola di acqua fredda e portare a bollore.. cuocere per circa 20 minuti. Verificare la cottura infilzando le patate con una forchetta, dovranno essere morbide, ma non sfatte.

- Lasciatele intiepidire leggermente poi sbucciatele e passatele con lo schiaccia patate.

- Aggiungete un uovo e amalgamate il tutto.

- Unire poi il parmigiano grattugiato, il pepe, il sale, la noce moscata e le foglioline di menta tritate e mescolare bene per rendere l'impasto il più omogeneo possibile.

- Creare con le mani (o con la palettina presente nel kit) dei cilindretti lunghi circa 5 cm.

- Una volta pronte, prendete le future crocchette e passatele prima nell'uovo sbattuto e poi nel pane grattugiato... come una qualsiasi impanatura!

- Friggetele in abbondante olio caldo (olio di semi.. o di girasole o meglio ancora di arachide) fino a quando non avranno assunto un bel colore dorato.. attenzione a non bruciarle!



Più semplice di così!



Per rivestirle ho usato un kit giapponese delizioso acquistato un pò di tempo fa su eBay (questo il link per acquistarlo.. è ancora in vendita) che permette di rendere i piatti di grandi (vi assicuro che non sapranno resistere) e piccini molto più divertenti.

Contiene un cucchiaio dosatore e le sagome di quattro animali : foca - pulcino - orso e coniglio.


Io ho usato l'arrosto di tacchino e le sottilette... ma potete usare ogni tipo di salume o formaggio tagliato non troppo sottile.





Partecipo al contest di Squisito





e a quello de I sapori del cuore





e a quello de La ginestra e il mare





lunedì 15 ottobre 2012

Muffin yogurt, limone e semi di papavero senza burro

Buon lunedì a tutti!
Cosa c'è di meglio che iniziare la settimana con un morbidissimo muffin?  .....direi niente! ^_^

Tutte le volte che li faccio mi stupisco di come sia semplice e veloce farli e come in fondo il risultato non deluda mai nessuno.. più o meno belli.. più o meno soffici... ma sempre buonissimi.
Era un pò di tempo che non ne facevo ma appena ho letto sul blog di Morena che la sfida di ottobre riguarda i muffin e i cupcake non ho saputo resistere e mi sono messa subito all'opera.

Questi sono ispirati ad una ricetta di un libretto carinissimo che mi hanno regalato per il compleanno, ma c'era veramente troppo troppo burro... così tanto che io l'ho eliminato totalmente!!





Ingredienti per 12 muffin :

360 gr di farina 00 Molino Chiavazza
150 gr di zucchero semolato
150 gr di yogurt bianco magro
100 gr di olio di semi di arachide
50 ml di latte intero
2 uova intere
1 limone non trattato (scorza grattugiata)
2 cucchiai di semi di papavero
1 bustina di lievito per dolci
un pizzico di sale





Regola fondamentale per la buona riuscita dei muffin è mescolare in due ciotole differenti gli ingredienti liquidi da quelli secchi e poi mescolare tutto velocemente.

- In una ciotola mescolare la farina setacciata insieme al lievito con lo zucchero semolato e il pizzico di sale.

- In un'altra ciotola sbattere leggermente le uova (giusto il minimo per sfare i tuorli) e aggiungere l'olio di semi.. poi il latte e infine sempre mescolando unire lo yogurt magro fino ad ottenere una crema omogenea.

- Aggiungere gradatamente gli ingredienti asciutti alla crema ottenuta e mescolare velocemente.

- Incorporare infine, quando l'impasto è bel amalgamato, la scorza di un limone grattugiata e i semi di papavero e dare un'ultima rapida mescolata.

- Versa il composto nei pirottini riempiendoli per 3/4 e infornare subito.

- Cuocere nel forno caldo ventilato a 180° per 25-30 minuti... fare la prova stecchino e ricordarsi che per essere sicuri che siano cotti.. la superficie deve creparsi e deve avere una leggera doratura.




Con questa ricetta partecipo alla sfida di ottobre di Morena in cucina




giovedì 11 ottobre 2012

Collaborazione McVitie's Digestive

Oggi voglio parlarvi della mia ultimissima collaborazione... con l'azienda McVitie's!

"Sapevate che nel 1892, dopo più di 50 anni di esperienza nella realizzazione di biscotti Sir Alexander Grant di McVitie's sfornò il PRIMO Digestive al mondo?
Fin da allora diverse generazioni hanno potuto gustare questo biscotto delizioso, realizzato sempre secondo nostra ricetta segreta. Proprio per questo, solo McVitie's è l'unico Digestive originale.

Secondo la ricetta della tradizione, i biscotti Digestive di McVitie's forniscono un'importante fonte di fibre e vengono fatti con i migliori ingredienti integrali.
Tutti i McVitie's Digestive sono deliziosi ed adatti ad ogni occasione. Perfetti a colazione, da gustare con tè, caffè, latte, ti accompagnano ogni ora del giorno, per uno snack davvero insuperabile" (fonte)


La loro varietà di prodotti è composta da :  Original Digestive dal 1892
                                                                 Digestive alla frutta
                                                                 Digestive ricoperti al cioccolato al latte
                                                                 Digestive ai fiocchi d'avena



....e questi sono i prodotti con la quale mi hanno omaggiata per iniziare la nostra collaborazione :




Conosco i McVitie's Original Digestive già da molto tempo e li ho usati spesso nella preparazione dei miei dolci, ma non ho mai provato le altre varietà... non vedo l'ora di iniziare ad usarli!

Se non conoscete questi meravigliosi biscotti dal gusto unico.. l'unica cosa che potete fare è correre al supermercato e farne una bella scorta!!


Dimenticavo! C'è una nuova sezione del sito McVitie's che si chiama "Le ricette con i digestive di McVitie's" dove potete trovare tante ricette inviate dalle persone che hanno scelto di usare i McVitie's Digestive nelle loro ricette.. tutte corredate di ingredienti, procedimento e foto!

Ovviamente potete inviare anche le vostre specialità (qui troverete come fare) e vederle pubblicate sul loro sito nella sezione dedicata!



martedì 9 ottobre 2012

Pasta con zucchine e menta

Nel terrazzo della casa di Pisa abbiamo tantissime piante grasse.. un giovane gelsomino.. e mio fratello (che ci abita stabilmente) ha piantato qualche pianta aromatica sempre utile in cucina : basilico - salvia - rosmarino... e poi c'è una piantina di menta che ha un profumo meraviglioso e tutte le volte che sono lì vado sempre a sfregarmene qualche foglia tra le mani.
Di solito sono sempre di fretta e fuori di casa, ma l'altro giorno avevo un pò di tempo per pranzare con calma e ne ho subito approfittato per usare qualche foglietta di quella menta deliziosa.





Ingredienti per 2 persone :

160 gr di penne rigate
10 foglioline di menta fresca
6 zucchine con fiore
q.b. olio extravergine d'oliva
q.b. sale
q.b. pepe
q.b. parmigiano






- Pulire le zucchine : staccare delicatamente il fiore... lavarle... tagliare le estremità ed eliminare la buccia aiutandosi con un pelapatate. Grattugiarle con una grattugia con i fori larghi (tipo scaglie).
(forse 6 zucchine sembrano tante, ma in padella appassiranno e perderanno volume)

- Pulire i fiori delle zucchine : tagliare la base per togliere il pistillo. Tagliarli da un lato aprendoli completamente e sciacquare bene sotto l'acqua corrente... asciugarli con la carta assorbente e tagliarli a striscioline.

- Sciacquare le foglioline di menta.. asciugarle e farne un trito con la mezzaluna (o con un coltello affilato).

- Nei 10 minuti in cui la pasta cuocerà (ovviamente i minuti di cottura della pasta cambieranno con la varietà scelta) scaldate un filo d'olio abbondante in una padella antiaderente.

- Mettere in padella gli zucchini grattugiati con il trito di menta, salare e fare cuocere qualche minuto con il coperchio.

- Unire i fiori degli zucchini tagliati a striscioline e proseguire nella cottura fino al momento di scolare la pasta.

- Aggiungere nella padella (fuoco spento) la pasta cotta e mescolare bene il tutto per distribuire il condimento.

- Mettere la pasta nel piatto e poi... un filo d'olio extravergine d'oliva a crudo.. una spolverata di pepe e una bella grattata di parmigiano (io ho preferito farlo un pò più spesso invece che grattugiarlo finemente).



Ricetta semplice, veloce e profumatissima... Buon Appetito!!!!