lunedì 28 novembre 2011

Chicche di riso

Adoro la farina di riso! L'ho usata la prima volta per fare i Krumiri con la ricetta di Luca Montersino e oggi l'ho riusata per fare questi biscottini (so che sembrano crostini).. ottimi da mangiare con il the o il caffè.


Ingredienti per 50 chicche :

75 gr di burro
60 gr di zucchero semolato
200 gr di farina di riso
1 uovo
un pizzico di sale
scorza di un limone


cacao amaro in polvere




- Sbattere con le fruste elettriche l'uovo con lo zucchero semolato.

- Aggiungere il burro a pezzetti, la scorza del limone, il pizzico di sale e continuare a mescolare.

- Aggiungere la farina di riso e quando sarà necessario lasciare le fruste, impastare il composto a mano fino ad ottenere un impasto omogeneo.


- Fare dei cilindri di 2 cm di diametro circa e avvolgerli nella pellicola trasparente.

- Metterli in frigorifero per 30 minuti.




- Preparare nel frattempo sul piano di lavoro un mix di zucchero semolato e cacao in polvere sul quale andranno passati i cilindri una volta tirati fuori dal frigo.

- Dopo aver passato i cilindri nel cacao e nello zucchero, tagliarli in dischetti dello spessore di 1 cm circa e posizionarli sulla teglia ricoperta di carta da forno.

- Cuocere nel forno ventilato a 180° per 12 minuti. Una volta sfornati i biscottini sembreranno ancora troppo morbidi, ma sono cotti! Induriranno durante il raffreddamento, rimanendo comunque friabili.

sabato 26 novembre 2011

Cena calabrese

Sono stata qualche giorno a Pisa e ieri sera ero con i miei amici a mangiare da altri amici calabresi che ci hanno preparato una cena meravigliosa fatta con i prodotti fatti dalla loro famiglia in Calabria.. tutto squisito anche se decisamente troppo piccante per noi che non ci siamo abituati!!!
Metto qualche foto e mi sarebbe piaciuto scrivere i nomi delle pietanze ma proprio non me li ricordo, direi che comunque hanno utilizzato principalmente la 'Nduja.. poi c'era il salame piccante, frittate, melanzane, peperoncini, crostini, spaghetti, dolcetti con il miele e tante altre buonissime cose.

'Nduja






lunedì 21 novembre 2011

My 7 links

Da qualche giorno vedo nei blog che seguo il gioco/staffetta "my 7 links" e con sorpresa mi è stato passato da Lucia del blog Tra cucina e pc che ringrazio perché è sempre carina e gentile. Bisogna trovare 7 post del proprio blog (per me sarà abbastanza facile visto che ad oggi ne ho solo 29) da associare a 7 definizioni :

- il post il cui successo mi ha sorpresa
- il post più bello
- il post più popolare
- il post che non ha avuto il successo che meritava
- il post più controverso
- il post più utile
- il post del quale vado più fiera

1) il post il cui successo mi ha sorpresa : Macarons


A parte il primo tentativo sono rimasta sorpresa nel vedere finalmente finiti e riusciti questi dolcetti fragilissimi che mi sono costati studio e dedizione per farli venire e al meglio.. anche se finché non assaggio quelli di Ladurée non posso dire quanto siano venuti bene, ma con tutta la fatica che ci ho messo nel farli e visto che la famiglia se li è divorati sono più che soddisfatta!!!

------------------------------------------------------------------------

2) il post più bello : Quadrotti alle noci


il più bello per me perché ho preparato questo dolce per una carissima amica con cui vivevo all'università che per motivi di lavoro e di cuore si è trasferita a Milano e sento la sua mancanza, così appena è tornata qualche giorno quì a Spezia le ho preparato il dolce che a volte facevo che le piace un sacco.. l'altro motivo per cui sono affezionata a questa ricetta è perché me l'aveva data qualche anno una mia compagna di corso all'università con la quale ho fatto il mio primo tirocinio in ospedale e siamo ancora ottime amiche!

----------------------------------------------------------------------

3) il post più popolare : Cuori di fragola


ecco il post che ha ricevuto più commenti e più visite!

------------------------------------------------------------------------------------------

4) il post che non ha avuto il successo che meritava : Dolcetti alle mandorle


non hanno avuto neanche un piccolo commento.. sono dolcetti tradizionali che chiunque ha mangiato.. la ricetta è semplicissima e vengono davvero molto simili a quelli delle pasticcerie.. come mai non sono piaciuti a nessuno???

----------------------------------------------------------------------

5) il post più controverso : Biscotti alla panna acida


adoro la panna acida e devo ammettere che la uso solo per fare il pollo al curry, ma un giorno non avendo il pollo dovevo usarla perché vicina alla scadenza così ho fatto questi biscotti, anche se prima di assaggiarli ero davvero dubbiosa sul risultato finale perché non riuscivo ad unire mentalmente "biscotto + panna acida", invece successivamente ho cercato nel web e ho scoperto un mondo di ricette in cui poterla usare!

--------------------------------------------------------------------

6) il post più utile : Pirottini di cioccolato con mousse


questo post è il frutto di ricerche e applicazione per fare i pirottini di cioccolato e spero che aver scritto quanto appreso sul web possa servire a qualcuno per farli, visto che è divertente e il risultato è ottimo!

------------------------------------------------------------

7) il post del quale vado più fiera : Apple Pie


questa torta mi ha resa orgogliosa perché solitamente in tutto quello che faccio trovo sempre qualcosa che non và e mille aspetti da migliorare, ma di fronte a questa meraviglia non ho avuto niente da dire.. l'ho mangiata e l'ho trovata perfetta.. ne avrei mangiate mille altre fette e presto la rifarò. Il merito però non è tutto mio.. devo ringraziare anche Luca Montersino (ovviamente la ricetta è sua), che è senza ombra di dubbio il mio guru!

---------------------------------

Adesso devo passare il testimone a 7 persone.. ecco chi ho scelto :

Sarachan di Bloggoloso
Verdiana di Food and smile
Vale di Vaniglia, Zenzero e Cannella
Imma di Dolci a gogo
Laura di Pane e olio
Alice di La cucina di Esme
Tiziana di Bimbi a tavola

spero vi faccia piacere.. io mi sono divertita!


Torta noci e cioccolato

La settimana scorsa mio padre mi manda un sms : "mi fai una torta con le noci?" ... gli ho subito bocciato l'idea perchè la vicina di casa aveva appena portato una buonissima crostata di mele e marmellata per ringraziarmi, visto che le ero andata a risintonizzare tutti i canali del digitale terreste in tutte le tv di casa sua! ^_^
Durante la settimana sono stata a Pisa e così ho rimandato tutto a domenica. Ho frugato nel web e ho deciso di fare la Torta di cioccolato e noci di Giallo Zafferano che secondo me è golosissima!!! Dico secondo me, perchè mentre sto scrivendo il post la torta sta cuocendo in forno.. speriamo venga bene.. per fortuna mi ha salvano la vicina (un'altra.. non quella del digitale terrestre) che aveva il Cointreau, dato che non so per quale motivo l'avevo escluso dalla lettura degli ingredienti necessari!


Ingredienti per una tortiera da 23 cm :
120 gr di zucchero semolato
170 gr di cioccolato fondente
scorza grattugiata di 1 arancia
1 bustina di lievito per dolci
1 bustina di vanillina
100 gr di noci tritate
2 cucchiai di Cointreau
40 gr di farina 00
60 gr di maizena
125 gr di burro
3 uova

Ingredienti per la glassa di copertura :
250 gr di cioccolato fondente
125 ml di panna da cucina


- Sciogliere il cioccolato fondente a bagnomaria insieme alla scorza grattugiata dell'arancia e al Cointreau mescolando bene senza formare grumi.

- Togliere dal fuoco e unire il burro a pezzetti amalgamando il tutto.

- Sbattere con le fruste elettriche le uova con lo zucchero semolato e la bustina di vanillina fino ad ottenere un composto chiaro e spumoso.

- Aggiungere, mescolando delicatamente, la farina, la maizena e il lievito per dolci precedentemente setacciati.

- Aggiungere, sempre mescolando, la crema di cioccolato e burro e unire anche le noci precedentemente tritate.

- Infornare nel forno ventilato a 180° per 40 minuti... fare la prova dello stecchino.... sfornare!


Mentre la torta raffredda preparare la glassa :

- Scaldare la panna in un pentolino fino a sfiorare il bollore, poi togliere dal fuoco e unire il cioccolato fondente precedentemente tagliato finemente per agevolare lo scioglimento.

- Mescolare ogni tanto fino a completo raffreddamento.

- Versare la glassa sul centro della torta e distribuire uniformemente con l'aiuto di una spatola in gomma creando un effetto increspato.


Per mangiare la torta aspettare che la glassa diventi dura..... 

.... ora che l'ho assaggiata.... assicuro che è una goduria!!!!!!!!

venerdì 18 novembre 2011

giovedì 17 novembre 2011

Crepes salate

Sono a Pisa.. cena a casa con gli amici, che poi sono anche le persone con cui vivo, facciamo le crepes salate!!! Due tipi : una speck, mascarpone e radicchio rosso.... l'altra prosciutto cotto, fontina e patate.

Ingredienti per 8 crepes :
- 250 gr di farina 00
- 500 ml di latte freddo
- 3 uova
- sale


- speck
- mascarpone
- radicchio rosso




tipo 1 :  una volta cotta la crepes, spalmare con un cucchiaio il mascarpone, stendere qualche fetta di speck, distribuire un pò di radicchio precedentemente appassito in padella.. chiudere e mangiare!!

tipo 2 :  tagliare a rondelle sottili le patate e cuocerle in padella con un filo d'olio e un rametto di rosmarino. Distribuire sulle crepes il prosciutto cotto, le fettine di fontina e le patate cotte.. chiudere e mangiare!!




- prosciutto cotto
- fontina
- patate

domenica 13 novembre 2011

Giveaway di "Sapori e Dolce Vita"

Girando tra i blog che seguo, precisamente in Ale's Kitchen ho notato il post in cui parlava del primo giveaway del blog Sapori e dolce vita.. così sono andata a farle visita e mi sono immediatamente unita ai suoi sostenitori perchè ho trovato tante idee originali e bellissime, oltre che buonissime immagino.

Colgo l'occasione per farle tanti auguri per il primo compleanno del suo blog!

ecco il banner per il giveaway :


sabato 12 novembre 2011

Pdz - Pasta di zucchero.... e Holly!

Con il mmf ho già fatto diversi esperimenti, ma non essendo così semplice trovare i marsh mallow bianchi mi sono decisa a sperimentare la pasta di zucchero!
Le dosi e il procedimento le ho prese qui dal blog Bloggoloso di Sarachan.


Ingredienti per dose 1 :
- 12 gr di acqua
- 1 foglio di gelatina
- 1 cucchiaio di glucosio
- 180 gr di zucchero a velo

- amido di mais per lavorare



Ho scelto questi colori perchè come primo esperimento con la pdz ho voluto fare Babbo Natale! Seguiranno altri soggetti anche se non ho ancora deciso che farne.. potrebbero finire ognuno su una cupcake natalizia o tutti insieme sopra un panettone decorato.. devo ancora decidere!!!


Ecco il mio primo babbino con pdz!!!
Anche se è pieno di imperfezioni gli è venuta una faccetta proprio simpatica..

Le parti che lo compongono sono:

rosso - corpo e cappello

rosa - testa e naso

bianco - barba, baffi e pellicciotto


..provate! E' davvero divertente pasticciare con la pdz.. sembra di giocare con il pongo!




Passiamo oltre.. non c'entra niente con la pasta di zucchero o altre ricette.
Vi ricordate che qualche settimana fa avevo trovato Carmine il canarino tutto giallo scappato di casa? non gli è successo niente, ma casualmente nella solita strada qualche giorno fa mio fratello ha trovato nel cassonetto della spazzatura una cagnolina tutta bianca che avrà avuto al massimo 6 mesi con un musetto dolcissimo!
Ora inizierei con una sequela di insulti verso chi abbandona gli animali, ecc ecc... ma il veterinario ha detto che molto probabilmente sono cucciolate di cani randagi che stanno con gli zingari, che poi loro seminano abbandonandoli per strada.
L'abbiamo portata in una specie di canile dove fa volontariato una amica di mio fratello e lì l'hanno visitata (hanno detto che sta benissimo), le hanno fatto i vaccini, controllato pulci & co. e messo il microchip.
Il nostro cane Dick è morto già da qualche anno e da tempo pensavamo di prenderne un altro, poi con i mille impegni si continuava a rimandare il discorso...  e proprio in questo periodo che le cose famigliari, dal punto di vista degli impegni, si sono stabilizzate... ci ha pensato il destino a farci incontrare Holly (così l'abbiamo chiamata).. non è dolcissima?

La foto è post toelettatura!


sabato 5 novembre 2011

Castagnaccio

5 giorni di assenza non sono poi tanti però di cose ne sono successe!
Prima di tutto i disastri per il maltempo in Liguria, prima nelle 5 terre e nei dintorni spezzini e ieri il disastro di Genova, hanno sconvolto le persone e qui dalle mie parti si vive con l'angoscia sperando che la pioggia non causi nuovi disastri e sinceramente la preoccupazione, per la mia città per la quale c'è stato di allerta, e la tristezza, nel vedere la disperazione della gente che ha perso tutto, sono subentrate e non mi andava di fare niente di particolare.
Il 3 novembre sono stata impegnata insieme alla mia famiglia nell'inaugurazione del negozio rinnovato di mia mamma e sono arrivate le parenti fiorentine che insieme a mia nonna hanno monopolizzato la cucina giocando a carte e io per cucinare ho bisogno di silenzio e tranquillità --> IMPOSSIBILE!
Avevo tantissima voglia di mangiare le castagne perché solitamente ogni anno vado a raccoglierle ma quest'anno, oltre agli impegni, per il tempo che ha fatto non ce n'erano o erano piccolissime.. così ho comprato la farina di castagne, i pinoli, l'uvetta, poi ho strappato un pò di rosmarino dal terrazzo e ho acceso il forno....


Ingredienti:
250 gr di farina di castagne
325 ml di acqua
80 gr di pinoli
80 gr di uvetta
olio extravergine di oliva
un pizzico di sale
rosmarino

- Mettere l'uvetta in ammollo nell'acqua tiepida per farla rinvenire.

- Setacciare la farina di castagne in una ciotola capiente, aggiungere un pizzico di sale e l'acqua lentamente mescolando il tutto con le fruste elettriche fino ad ottenere una pastella liscia ed omogenea.

- Strizzare bene l'uvetta e unirla all'impasto insieme ai pinoli (ricordarsi di tenere da parte una manciata di entrambi perché serviranno per la superficie prima di infornare) e mescolare bene.

- Ungere la teglia (per sceglierne la dimensione, che sia tonda o rettangolare o quadrata, tenere di conto che una volta versato, l'impasto deve essere alto circa 1 cm) con 3 cucchiai di olio extravergine d'oliva e versare l'impasto.. distribuire e livellare bene il composto.

- Cospargere con l'uvetta e i pinoli precedentemente tenuti da parte. Aggiungere se piace qualche fogliolina di rosmarino.

- Ungere la superficie con 2 cucchiai di olio facendolo scendere a filo.

- Infornare nel forno caldo a 200° per 30 minuti circa.


Un pensiero ancora a tutte le persone che hanno subito danni di ogni genere e a coloro che hanno perso parenti o amici per l'alluvione di questi giorni.