lunedì 1 luglio 2013

Scones con semi di papavero e lemon curd

Non sono mai stata in Inghilterra e non ho mai mangiato gli scones, ma sono sicura che siano venuti benissimo! ^_^   scherzi a parte sono proprio buoni anche se probabilmente non sono come gli "originali" e li ho voluti impreziosire con i semi di papavero che personalmente amo alla follia.
Ovviamente farciti con il lemon curd che ho fatto qualche giorno fa..... una   g o d u r i a !!!

Gli scones sono molto versatili per l'impasto ne dolce ne salato e questo permette di farli arricchiti di erbette o spezie oppure con gocce di cioccolato o canditi e farcirli con tantissime cose diverse... prosciutto, salame, formaggio (tipo i panini al latte) oppure nella versione dolce con panna e fragole, mascarpone, marmellata, lemon curd, burro d'arachidi, ecc...






Ingredienti (15 pz circa)

250 gr di farina 00 Molino Chiavazza
140 ml di latte fresco intero
50 gr di burro
2 gr di sale
5 gr di zucchero
10 gr di lievito per dolci S.Martino
1 cucchiaio di semi di papavero
q.b. uovo o latte per spennellare la superficie






- In una ciotola mescolare bene la farina, il sale, lo zucchero e il lievito in polvere.

- Aggiungere il burro a temperatura ambiente, i semi di papavero (o qualsiasi altra cosa si voglia mettere nell'impasto) e il latte gradatamente... il tutto mentre si impasta a mano o con la planetaria. Si deve ottenere un impasto omogeneo, morbido e leggermente appiccicoso.

- Avvolgere l'impasto nella pellicola e metterlo a riposare in frigorifero per circa 30 minuti.

- Una volta che l'impasto avrà riposato, stenderlo su una piano infarinato fino a raggiungere uno spessore di circa 1 cm.

- Con un coppa pasta o una formina o un bicchiere tagliare dei dischi del diametro di 6-7 cm.

- Disporre gli scones ottenuti su una teglia rivestita di carta forno e spennellare la superficie con l'uovo sbattuto o latte o uovo e latte sbattuti insieme.

- Cuocere nel forno caldo ventilato a 180° per 10-15 min... fino a che la superficie sarà ben dorata e gli scones morbidi e lievitati!

- Una volta freddi (o tiepidi) tagliarli a metà e farcirli a piacimento.




A me sono piaciuti moltissimo e li proverò sicuramente in altre varianti!





mercoledì 19 giugno 2013

Lemon Curd

Crema di origine anglosassone decisamente versatile : si può usare per farcire crostate o tartellette.. si può spalmare sul pane tostato o sulle fette biscottate.. può essere usato per guarnire cupcakes, per accompagnare un muffin all'ora del tè oppure per farcire gli scones...
Ha un profumo e un sapore molto molto intensi ed ha una consistenza vellutata.
Ok, non è sicuramente una crema leggera... anzi... è piuttosto corposa, ma alla fine se ne mangia una piccola quantità, quindi vale sicuramente la pena gustarla.
Ovviamente deve piacere il limone perché profumo e sapore sono all'ennesima potenza.






Ingredienti

2 limoni naturali (succo e scorza grattugiata)
3 uova grandi
130 gr di zucchero semolato
80 gr di burro
1 cucchiaio di amido di mais S.Martino








- Grattare la scorza dei limoni e tenerla da parte. Importante che i limoni siano naturali, sia per la salute visto che andiamo a grattugiare la scorza, sia per il sapore del succo.

- Filtrare il succo dei limoni con un colino dentro un ciotola.

- Sciogliere, mescolando con una frusta, l'amido di mais dentro il succo di limone.

- Aggiungere lo zucchero semolato, il burro fuso, la scorza dei limoni precedentemente grattugiata e le uova leggermente sbattute.... miscelare tutto con l'aiuto della frusta.

- Cuocere a bagno maria continuando a mescolare.... la crema sarà cotta quando inizieranno a formarsi delle bolle sulla superficie, ci vorranno circa 10 minuti e attenzione a non farla cuocere troppo. La consistenza è piuttosto cremosa, non dovrà essere troppo soda.

- Trasferire subito in una ciotola fredda e mettere la pellicola alimentare a contatto per non far formare la crosticina sulla superficie.... lasciare intiepidire a temperatura ambiente e poi usare subito oppure trasferirla in frigorifero.

- Utilizzarla quando si sarà completamente raffreddata... potete conservarla in frigorifero qualche giorno, meglio se trasferita in un barattolo di vetro chiuso con il tappo.




Presto una ricetta in cui userò questa deliziosa lemon curd..........



lunedì 10 giugno 2013

Torta di riso salata alla ligure

Oggi, visto che io la collego all'estate e il caldo (forse) si è deciso ad arrivare, ho preparato la torta di riso salata alla ligure, tipica delle mie zona essendo io spezzina.
Si può fare con o senza sfoglia intorno e nonostante sia buonissima in qualsiasi stagione, d'estate è l'ideale perché si può preparare alla sera (quando accendere il forno non è poi così tremendo) e il giorno dopo ve la trovate pronta da divorare gustare... da portare in ufficio, da mangiare sotto l'ombrellone al mare, per un picnic o semplicemente per avere qualcosa di pronto in casa se non si ha voglia di cucinare. Se poi la tagliate a cubetti è perfetta per un aperitivo o per un buffet.




Ingredienti (tortiera da 26 cm)

300 gr di riso arborio
50 gr di parmigiano reggiano
40 gr di pecorino
50 gr di burro
3 uova
150 ml di latte intero
q.b. sale e pepe nero (tanto pepe)
q.b. pan grattato
olio extravergine d'oliva






- Cuocete il riso in acqua bollente salata e poi trasferitelo in una ciotola a raffreddare (se volete che la torta sia bassa bassa riducete la quantità del riso a 200gr)

- Aggiungere al riso ormai freddo le uova, il parmigiano, il pecorino, il burro fuso e regolatevi con il latte per la consistenza... il composto deve essere abbastanza cremoso ma non completamente liquido perché in cottura la parte liquida si rapprenderà compattando il tutto, ma non eccessivamente.

- Assaggiare se il composto sa di sale ed eventualmente aggiungerne un pizzico

- Aggiungere una montagna di pepe!! ....vedete nella foto quanti puntini neri ci sono? ^_^

- Versare il composto in una tortiera imburrata e cosparsa con il pan grattato (procedimento uguale a quando si imburra e poi ci si fa attaccare la farina)

- Livellare la superficie con il dorso di un cucchiaio e cospargere con una spolverata di pan grattato e un filo d'olio abbondante.

- Cuocere in forno caldo ventilato a 180-200° per 35-50 minuti
Sulla cottura resto un pò vaga perché molto dipende dal forno.. comunque la torta sarà cotta quando la superficie sarà ben dorata e al tatto si sentirà una crosticina croccante... e anche in questo caso fare la prova con lo stecchino che non si sbaglia mai!
(ah! quando andrete a controllare la torta nel forno vi sembrerà che non sia ancora cotta perchè la parte liquida sta bollendo, ma tirandola fuori dal forno il bollore sparisce subito e questo vi permetterà di valutarne il grado di cottura)



Visto quanto è semplice?

L'ideale è mangiarla fredda con l'insalata e qualche pomodorino, ma volendo proprio esagerare, anche se è già abbastanza sostanziosa, si può tagliare a metà, farcirla con prosciutto cotto e formaggio e riscaldarla leggermente... mmmm!!! *_*




giovedì 23 maggio 2013

Novità dalla Federazione Italiana Pasticceria



Non una, ma ben due novità importanti :


- Campionato Mondiale di Cake Designer

- Coppa del mondo di Pasticceria Gelateria e Cioccolateria


........... sono aperte le iscrizioni per le selezioni italiane!!




Ci sono cose che si fanno poco per volta, ma l’unione nella FIP Federazione Italiana Pasticceria Gelateria Cioccolateria è qualcosa di veramente incredibile, sarebbe meglio dire “Meraviglioso”. (come direbbe il grande D. Modugno).
Dopo 4 anni di incontri e progetti per il comparto del settore dolciario e culinario, la FIP è riuscita finalmente a concretizzare alcuni degli obbiettivi comuni.
Per la prima volta in Italia 2 Campionati del Mondo di Pasticceria e Cake Designer ideati ed organizzati dalla Federazione e dalla Equipe Eccellenze Italiane FIP, ma non solo perchè a dare lustro a questi eventi c’è la preziosa collaborazione di tutti, di enti e fiere di livello nazionale ed internazionali come Host Fiera Milano che ospiterà i due Campionati Mondiali 2015 e Tirreno CT di Massa Carrara che nel 2014 darà vita alle selezioni per coloro che rappresenteranno l’Italia ai Mondiali del 2015 di Host.

La FIP Federazione Italiana Pasticceria Gelateria Cioccolateria, in collaborazione con l'Equipe Eccellenze Italiane (Albo d'oro della Federazione) composta da Maestri Campioni del Mondo di Pasticceria, Campioni Olimpici, Campioni Europei e Campioni Italiani animeranno il forum di pasticceria ad Host Fiera Milano 2013 con un programma completo che porta a valorizzare i prodotti ed il Made in Italy.
 
Per la prima volta in Italia i Maestri Pasticceri della FIP, che collezionano oltre 580 medaglie vinte, daranno vita alla più grande galleria d'Arte della Pasticceria creando dal vivo sculture di ghiaccio, zucchero, cioccolato, intaglio vegetali, sculture burro, sculture di pane, ma non solo.......anche le piccole perle ed i gioielli di pasticceria classica italiana ed internazionale. Gli stellati della Fip animeranno il forum con i piatti tipici della ristorazione italiana, rivisitati in chiave moderna. Non mancheranno lezioni teoriche e pratiche sulla chimica e merceologia degli alimenti e approfondimenti e ricette sulle ultime tendenze del mercato.

Fiore all'occhiello della Federazione "Open Space Ice Bar" il Bar di Ghiaccio
Anche gli stellati della Fip performeranno con i loro dessert al piatto. A dimostrare nomi come Amelio Mazzella, Francesca Marsetti, Massimiliano Musso, Girolamo Brescia, Gennaro Volpe, Giovanni Cappello, Mario Ragona, Roberto Lestani, Rossano Vinciarelli, Cristian Beduschi, Renato Cattapan, Orlando Scaggiante e tanti altri.


Dal 18 al 22 ottobre 2013 presso la Fiera Host a Milano verranno presentati ufficialmente gli eventi ed a febbraio 2014 presso la Fiera del Tirreno Ct a Massa verranno selezionati i candidati italiani che rappresenteranno l’Italia.








Siete tutti invitati all'evento!


Per regolamenti ufficiali ed informazioni sugli eventi o iscrizioni: www.federazionepasticceri.it